#Sicilia. Altri due hotspot a Messina e Mineo, no dai 5 Stelle

MARINA MILITARE migranti Nave Aviere 28 29 04 2016 5Due nuovi hotspot entro la fine di marzo a Messina e a Mineo, in provincia di Catania. Le due strutture per i migranti andranno ad aggiungersi a quelle di Lampedusa, Pozzallo, e Taranto. Ad annunciarlo il Capo della Polizia Franco Gabrielli nel corso di un’audizione davanti alla Commissione d’inchiesta sul sistema dell’accoglienza ai migranti. “La notizia ufficiale dell’apertura di un hotspot a Messina lascia sgomento -commenta Francesco D’Uva, parlamentare  del Movimento 5 Stelle. Si tratta di strumenti che da subito si sono rivelati fallimentari. Luoghi che invece di accogliere i migranti, li trattengono, li bloccano e li respingono.

class="abs">
Il Capo della Polizia Franco Gabrielli ha spiegato che l’Italia, con l’apertura di due nuovi hotspot in Sicilia, ottempera ai doveri imposti dall’Europa. Ma l’Europa ha mai rispettato gli accordi sul ricollegamento? Come MoVimento 5 Stelle abbiamo sempre sostenuto l’ipotesi di un’accoglienza diffusa che puntasse su sistemi di SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati, ndr) piuttosto che sugli hotspotConsideriamo anche che a Messina questo sorgerebbe nell’ex caserma di Bisconte e quindi a diversi chilometri dal mare. Qual è il senso? Nessuno. Non smetteremo di dirlo -conclude D’Uva- e utilizzeremo ogni strumento per tentare di bloccare questa assurda decisione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.