Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Sesso e coronavirus, la paura del contagio moltiplica i tradimenti on line

La paura fa 90 e per gli amanti dell’infedeltà extraconiugale a tutti i costi c’è una sola via d’uscita: gli incontri hot on line. “Con il diffondersi della psicosi da coronavirus sono aumentate del 20% le iscrizioni al sito Incontri-ExtraConiugali.com, portale italiano dove cercare un’avventura in totale discrezione e anonimato, che raggiunge così il fatidico numero di un milione di iscritti -spiegano dal sito. Per l’Italia il 2019 si è chiuso con un fatturato in aumento dell’8% rispetto all’anno precedente per il comparto degli incontri fedifraghi. Nell’ultimo anno, secondo quanto emerge dall’analisi di Incontri-ExtraConiugali.com, la spesa degli italiani per il dating extraconiugale -includendo l’indotto- è salita a 3,2 miliardi di euro, con un aumento dell’8% rispetto al 2018. Poi, a febbraio scorso, con il diffondersi della psicosi da coronavirus, le iscrizioni ai siti che promuovono le scappatelle sono salite ulteriormente e il nostro sito ha registrato un incremento delle iscrizioni del 20%”. Il portale leader in Italia in questo settore ha raggiunto il milione di iscritti e Alex Fantini,  fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com, ci spiega perché. “È stato proprio il coronavirus a far crescere la voglia di evadere. D’altra parte, tra uffici chiusi e quarantene, il tempo libero degli italiani si è moltiplicato nelle ultime settimane, determinando un aumento delle ore trascorse su Internet e, più in particolare, delle ore trascorse su portali come il nostro, dove poter trovare un’avventura in totale discrezione e anonimato”. Secondo la stime di Incontri-ExtraConiugali.com, la spesa dedicata alla gestione degli incontri extraconiugali in Italia è pari a quasi un terzo di quella di tutti i Paesi europei  che, messi insieme, totalizzano 9 miliardi di euro. Il settore del dating fedifrago continua infatti a crescere in Italia più di quanto non avvenga altrove. Quali sono gli altri Paesi con la maggiore propensione verso la ricerca di una relazione clandestina? Secondo il bilancio 2019 di Incontri-ExtraConiugali.com dopo l’Italia, che guida la classifica con il 60% di uomini e donne sessualmente attivi in cerca di un partner per tradire, seguono la Spagna con il 54%, la Francia con il 49%, il Regno Unito con il 41% e la Germania con il 35%. “Altra tendenza che abbiamo registrato per l’Italia in questi primi mesi del 2020 è un aumento del sexting (combinazione di sex e texting, ossia inviare testi, indica la trasmissione e la condivisione di messaggi, fotografie e video hot, ndr) – aggiunge Alex Fantini. Insomma, la psicosi da coronavirus ha portato sia a un aumento delle ore trascorse on line in cerca di evasione, che a un incremento dello scambio di foto piccanti attraverso messaggini, chat ed email. Il sexting può essere preliminare del sesso oppure concludersi solo in uno scambio digitale, così chi preferisce rimanere isolato nel timore di un improbabile contagio, può optare per una relazione più virtuale”. Certo è che, virtuale o reale, per mantenere viva la fiamma della passione in tempi di coronavirus, a febbraio il 58% delle donne e il 47% degli uomini infedeli ha inviato foto piccanti proprie o di altri. È così che il sexting si è consolidato come nuovo fenomeno del 2020, molto in voga soprattutto tra chi è propenso a tradire il partner, ma non solo. Infatti, oltre la metà degli italiani sessualmente attivi (52,5%), che sia a un partner ufficiale o a un partner occasionale, invia di contenuti a sfondo sessuale attraverso il telefonino. “Ma attenzione che il destinatario sia la persona giusta -avverte il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com- perché non di rado accade che messaggi hot o fotografie piccanti siano inviati alla persona sbagliata”. (foto dal web)