Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Servizi sociali, il Comune inizia il pagamento diretto

Una protesta dei lavoratori dei Servizi Sociali a Palazzo Zanca

Sbloccati i pagamenti diretti da parte del Comune di Messina per i lavoratori della cooperativa Nuove Solidarietà, mentre per Nuova Presenza il presidente della coop sta presentando gli ultimi documenti.

Un problema tecnico a Palermo sta bloccando la liquidazione delle fatture per Le Gardenie, ma in breve dovrebbe essere risolto.

All’appello mancano ancora le fatture di Casa Serena, Azione Sociale e Faro 85, senza le quali il Comune non può procedere con il pagamento diretto dei lavoratori.

Al rush finale anche i bandi per i Centri di Aggregazione Giovanile, che saranno pubblicati la settimana prossima.

La svolta per

i Servizi sociali è arrivata stamane poco dopo le 10, mentre i lavoratori presidiavano Palazzo Satellite.

Il segretario generale della FP Cgil Clara Crocè con una delegazione di operatori dei CAG si è incontrata con il dirigente del Dipartimento Salvatore De Francesco e ha fatto il punto della situazione.

“La settimana prossima si chiuderà anche questa vicenda -spiega il segretario Crocè- e finalmente gli operatori potranno tornare a lavorare con i ragazzi. Il servizio è fermo dal 22 marzo scorso, ma è bene ricordare che i CAG svolgono una funzione determinante nei quartieri a rischio, dove fanno da argine alla deviazione minorile e sono un supporto fondamentale per le famiglie. Una vittoria importante è quella del pagamento diretto dei lavoratori da parte del Comune, che noi abbiamo chiesto sin dai tempi della vertenza della ex Futura, ma che né l’allora sindaco Buzzanca né la cooperativa hanno mai accettato”.