Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Servizi sociali, 2 cooperative verso lo sciopero

Una protesta dei lavoratori dei Servizi sociali

Ancora senza stipendio i lavoratori delle cooperative Nuove Solidarietà e Nuova Presenza. L’ultimatum dei lavoratori, fermi al salario di agosto, non ha sortito alcun effetto.

“Non abbiamo ancora compreso i motivi per i quali le cooperative non hanno la liquidità necessaria per pagare gli stipendi ai lavoratori -dichiara Clara Crocè, segretario generale della FP Cgil. In assenza di risposte domani i lavoratori si fermeranno”.

Sul banco degli imputati il Comune, ente appaltante del servizio poi erogato dalle cooperative, che non controlla che i lavoratori siano regolarmente pagati. Il capitolato d’appalto prevede che gli stipendi si paghino prima della liquidazione delle fatture, ma in realtà non è così. Le cooperative incassano quanto spetta loro prima di avere pagato i lavoratori e in Comune nessuno controlla.

“Abbiamo chiesto al Dirigente Salvatore De Francesco di operare i necessari controlli e che il Comune si sostituisca nel pagamento degli stipendi -aggiunge ancora la Crocè. Pretendiamo anche di sapere se Palazzo Zanca abbia verificato la regolare corresponsione da parte delle cooperative degli incrementi contrattuali ai lavoratori e anche su questo pretendiamo risposte esaustive”.

Tensione altissima anche tra i lavoratori di Casa Serena. La cooperativa Azione Sociale ha incassato le fatture di ottobre e novembre, ma ai 102 lavoratori ha pagato solo il salario di ottobre. “Una situazione assolutamente inaccettabile -commenta Francesca Fusco, segretario generale di Orsa Servizi- per la quale chiediamo interventi immediati perché i lavoratori ottengano ciò che spetta loro”.