Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Servizi sanità, i sindacati si appellano al prefetto

I segretari generali di FP CGIL CISL e UIL a confronto con il Commissario dell’ASP5 di Messina Manlio Magistri per discutere il futuro occupazionale dei lavoratori delle tre cooperative Teseos, Rigenera e Obiettivo Salute.

“Il commissario Magistri ha comunicato ai sindacati ed alle delegazioni dei lavoratori  che l’assessorato regionale alla Salute sta ricercando delle soluzioni  per  procedere all’accreditamento della società SSR -dichiarano Clara Crocè, Calogero Emanuele e Giuseppe Calapai- e il conseguente passaggio dei lavoratori nella stessa società a partecipazione pubblica per il 51% .

Magistri ha annunciato anche l’intenzione dell’ASP di cedere il 51% delle azioni di SSR ai privati, motivando tale scelta dalla necessità di dover applicare i provvedimenti sulla spending review emanati di recente dal Governo Monti, che prevedono la liquidazione entro il 31 dicembre 2012 o l’alienazione delle partecipazioni entro il 30 giugno 2013″.

Ipotesi, quella della cessione delle azioni ai privati che ai sindacati non è piaciuta per niente, visto che il provvedimento sulla spending review prevede la deroga alla liquidazione o all’alienazione delle azioni per le società che erogano servizi ai cittadini.

“Chiederemo l’intervento del prefetto -concludono Crocè, Emanuele e Calapai- perché non possiamo consentire la totale esternalizzazione dei servizi. Chiediamo di verificare ogni singolo passaggio a tutela dei livelli occupazionali e dei servizi da garantire alle fasce  più deboli della popolazione”.