Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Servirail, assunzioni per gli ultimi 56 lavoratori

Una delle tante proteste degli ex Servirail

Firmati oggi i contratti per i 56 ex Servirail ancora da ricollocare. Ad assumerli con un contratto a tempo determinato la Ecoindustria, che manterrà 40 lavoratori a Messina mentre gli altri si divideranno tra le sedi di Catania e Palermo.

Come la napoletana TMC, che due mesi fa ha assunto i primi 16 ex Servirail, anche la Ecoindustria cura la manutenzione dei treni per quanto riguarda la ristrutturazione delle carrozze e lo smaltimento dei materiali ferroviari.

Soddisfatto il sindacato, anche se resta

l’amarezza di non essere riusciti ad ottenere l’assunzione con il contratto dei ferrovieri. Le due aziende operano nel comparto metalmeccanico e su questo punto non hanno voluto cedere.

“Abbiamo chiesto che i lavoratori fossero inquadrati con il contratto dei dipendenti FS -spiega Michele Barresi, responsabile del settore Trasporti dell’Orsa- ma non è stato possibile. La partita non è ancora chiusa perché secondo gli accordi stipulati con il Gruppo FS, quest’anno inizieranno le selezioni per consentire il passaggio in RFI per chi possiede i requisiti. E comunque, adesso che la vertenza si è chiusa, bisogna assolutamente riprendere il ragionamento sul futuro delle Ferrovie dello Stato a Messina e sulla necessità di bloccare la continua dismissione dall’area dello Stretto, che ha irrimediabilmente depauperato il territorio”.