Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Serie D. Pareggio senza reti tra Castrovillari e Messina, salvezza a due punti

Finisce 0-0 il match dello stadio Rende tra Castrovillari e Messina. I peloritani, rischiando il minimo indispensabile sono riusciti a portare a casa un punto, buono solo per muovere la classifica e a portarsi a due punti dalla salvezza diretta, occupata adesso dal Città di Messina, vittorioso in casa contro la Sancataldese. Fondamentale il match/spareggio della prossima settimana in casa col Locri.

I giocatori del Messina, costretti a partire per Castrovillari all’alba per volere della società viene dalla bella vittoria casalinga contro la Turris, seconda forza del campionato. Il tecnico Biagioni è costretto a effettuare qualche cambio viste le assenze degli under, tanto da rispolverare Federico Meo tra i pali; davanti al giovane portiere messinese, classica difesa a quattro con Biondi e Aldovrandi sulle fasce, Zappalà e Ferrante al centro; in mediana confermato Traditi davanti al reparto arretrato, con Bossa e Cocimano ai suoi lati; il tridente offensivo è composto da Arcidiacono, Catalano e Marzullo. In panchina Pirrone, l’esperto centrocampista ex Trapani. Il Castrovillari di Sasà Marra scende in campo con Galluzzo, Brunetti, Vona, Pandolfi, Lavrendi, Lomasto, Condorelli, Ruggero, Fiorgione, Consiglio, Puntoriere.

Foto Antonio Maimone

Il primo tempo è abbastanza noioso, le due squadre non si sono rese granché pericolose, salvo qualche eccezione. Le due squadre si studiano fino alla prima conclusione di Pandolfi, quando al 3′ calcia fuori senza impensierire Meo. Non si registrano occasioni fino al 21′, ma Puntorirere da buona posizione spedisce il pallone fuori. Alla mezz’ora il Castrovillari reclama un rigore per un fallo di mano in area da parte di un difensore del Messina, ma per l’arbitro non ci sono gli estremi per la massima punizione. Il Messina si vede dalle parti di Galluzzo al 38′: cross verso il centro e colpo di testa di Marzullo, ma la conclusione termina fuori dallo specchio della porta. I peloritani sembrano più in partita, ma non riescono a creare sortite offensive degne di nota. All’ultimo minuto del primo tempo è Pandolfi a mancare l’appuntamento con il gol, esaltando anche Meo, che evita così il vantaggio dei calabresi.

La ripresa inizia sulla falsariga dei primi 45 minuti: i padroni di casa ci provano con Forgione, ma il suo colpo di testa termina sul fondo. E’ sempre il Castrovillari a rendersi più pericoloso rispetto agli avversari, questa volta è Puntoriere a provare la conclusione con il sinistro, ma la palla anche in questo caso finisce fuori, siamo al 12′. Girandola di cambi che però non sortisce alcun effetto, ed è Vona a cercare la porta, senza riuscirci, al 21′ su cross di Condorelli. Lo stesso numero 11 del Castrovillari spreca una grossa occasione di contropiede al 23′, non servendo un compagno liberissimo e pronto a battere a rete. Nel Messina esordio per Pirrone, che dopo pochi secondi si fa ammonire. Ancora Pandolfi al 35′ prova a far male a Meo, ma la sua conclusione è ancora imprecisa e fuori misura. Altri cambi che però non risolvono il match, che dopo tre minuti di recupero termina a reti inviolate. Un pareggio che serve a poco ai peloritani, ma che quantomeno muovono, anche se di poco la classifica. Domenica al San Filippo arriva il Locri, in quello che si può considerare un vero e proprio spareggio salvezza.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.