Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Serie D. Non c’è storia al San Filippo, il Messina batte 3-0 l’Igea Virtus

Il Messina fa suo il derby contro l’Igea Virtus. I peloritani guidati da Biagioni hanno battuto i barcellonesi per 3-0 grazie alle reti di Catalano e Genevier nel primo tempo e al sigillo di Arcidiacono nella ripresa. Partita senza storia al San Filippo, con il Messina che allontana la zona retrocessione diretta portandosi a 8 punti da quella play off.

Foto Antonio Maimone

 

Il Messina di Oberdan Biagioni torna in campionato dopo la vittoria di Coppa contro il Picerno. Il tecnico romano ripropone il 4-3-3 dopo aver giocato con la difesa a tre nelle ultime settimane. Lourencon confermato in porta difesa con Biondi a destra e Barbera a sinistra, Zappalà e Ba Mbaye al centro. In mediana Genevier davanti al reparto difensivo, Traditi e Bossa nel ruolo di mezze ali. In avanti il tridente composto da Arcidiacono, Tedesco e Catalano. L’Igea Virtus di Tedesco si presenta al San Filippo con il 3-5-2: Cascione in porta; Bucca, Diamoutene, Mancuso in difesa; Allegra, Giambanco, Pisaniello, Dodaro e Akrapovic al centrocampo; Perkovic e Asprilla in attacco.

Paratona Cascione (Foto Maimone)
Il gol del 2-0 firmato da Genevier (Foto Antonio Maimone)

La prima occasione del match è del Messina: calcio di punizione Genevier e colpo di testa di Zappalà, bravissimo Cascione a respingere su Arcidiacono, che in posizione di fuorigioco non riesce a ribadire in rete. Due minuti più tardi i peloritani passano in vantaggio: Arcidiacono mette il pallone al centro, una serie di batti e ribatti consegnano la sfera a Catalano, che con un diagonale di destro spedisce alle spalle di Cascione per l’1-0 del Messina. L’Igea non riesce a fare male, e la sua reazione è tutta nel destro di Giambanco che finisce tra le braccia di Lourencon. Due minuti più tardi è Genevier a rendersi pericoloso con un destro dalla distanza, il suo tiro è respinto da un ottimo intervento di Cascione. Il francese però al 48′ raddoppia su calcio d’angolo calciato da Catalano, il colpo di testa del capitano del Messina è preciso dopo un’uscita sbagliata del portiere. 2-0 dunque all’intervallo. La ripresa non regala grosse emozioni, se non per Arcidiacono, che all’11’ spara alto da ottima posizione dopo un falso rimbalzo del pallone, mentre al 31′ ben fornito da Bossa trafigge Cascione per la rete del definitivo 3-0 per il Messina. Poco dopo i peloritani sprecano malamente con Dascoli, che tutto solo a porta vuota su assist dello stesso Arcidiacono spara alle stelle. Dopo tre minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi, 3-0 senza storia al San Filippo tra Messina e Igea Virtus, con i peloritani che quindi bilanciano il risultato dell’andata.

La protesta dei tifosi del Messina (Foto Antonio Maimone)

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.