Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Serie D. Messina umiliato a Barcellona, l’Igea Virtus vince 3-0

Foto Antonio Maimone

Seconda sconfitta consecutiva per il Messina, che a Barcellona perde per 3-0 contro un’Igea Virtus sulla carta più debole, ma di fatto molto più volonterosa e coesa della squadra di Infantino, già sulla graticola. Per i padroni di casa le reti di Miuccio (doppietta) e Lancia regalano i tre punti all’Igea, mentre il Messina dopo due partite ha ben zero gol all’attivo e sei subiti. Due risultati identici contro due avversari opposti l’un con l’altro. Infantino opta per qualche cambio rispetto a domenica scorsa e fa esordire Arcidiacono dal primo minuto. I peloritani scendono in campo con Meo, Biancola, Porcaro, Cossentino, M’Baye, Genevier, Biondi, Cocimano, Petrilli, Arcidiacono, Rabbeni. I padroni di casa, dopo il pareggio di Gela di sette giorni fa si presentano alla prima stagionale al D’Alcontres con Cetrangolo, Allegra, Akrapovic, Dodaro, Mancuso, Vona, Santapaola, Grosso, Busatta, Le Piane, Miuccio.

Arcidiacono (foto Antonio Maimone)

La partita si decide praticamente nel primo tempo: Akrapovic al 5′ ci prova su punizione, Meo respinge in stile pallavolistico. Al 19′ sempre l’ex Messina si invola sulla sinistra, cross verso il centro e Miuccio tutto solo segna la rete del vantaggio per l’Igea Virtus. Ci prova il Messina due minuti più tardi con un tiro di Cocimano, ma la palla si stampa sulla traversa. Al 23′ miracolo di Cetrangolo su Rabbeni. Non gira bene ai peloritani, che arrivano però sempre in ritardo sui palloni, l’Igea sembra avere molta più fame degli avversari. Alla mezz’ora ci prova Le Piane, palla fuori. Un minuto più tardi Biancola di testa, para senza problemi Cetrangolo. Al 37′ il raddoppio dell’Igea Virtus: Porcaro prima e Cossentino poi combinano due vaccate difensive e Miuccio, ancora lui, trafigge nuovamente Meo. E’ del Messina l’ultima occasione del primo tempo con Cocimano che sfiora il palo. La seconda frazione di gioco vede un Messina propositivo, ma molto poco incisivo, tanto da non impensierire mai la difesa dei padroni di casa. L’Igea ci prova prima al 34′, con Meo bravo a deviare in angolo, e poi al 42′ con Lancia, appena entrato, che con un pallonetto fa fuori il portiere del Messina e insacca per la rete del 3-0. Dopo otto minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi, una partita disastrosa e umiliante per i biancoscudati, assolutamente assenti per tutti e 90 i minuti. L’Igea dopo 20 anni torna a vincere con il Messina al D’Alcontres.

Foto Antonio Maimone

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.