Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Serie D. Il Messina travolge il Paceco, 5-0 al San Filippo

L’esultanza al gol di Cocuzza (foto Maimone)

Partita senza storia al San Filippo, il Messina travolge 5-0 il Paceco grazie al gol di Migliorini nel primo tempo e alle reti di Mascari, Cocuzza, Lavrendi e Bruno nella ripresa. Dopo un primo tempo senza troppe emozioni, la ripresa ha visto dilagare i peloritani, con il Paceco mai in campo nei secondi 45 minuti di gioco. Vittoria larga e risultato giusto al San Filippo, con il Messina che si congeda con questo risultato dal proprio pubblico.

Ultimo appuntamento stagionale al San Filippo, con il Paceco, ormai praticamente retrocesso in Eccellenza a far visita al Messina di Giacomo Modica, ancora in tribuna per la squalifica dopo i fatti di Barcellona. Il tecnico scuola Zeman schiera il consueto 4-3-3 con Rinaldi tra i pali, Lia e Inzoudine sulle fasce, Cassaro e Bruno al centro. Migliorini perno di centrocampo con Cozzolino e Lavrendi al suo fianco. Novità sul tridente offensivo: non c’è Ragosta, al suo posto il reintegrato Cocuzza, con Mascari e Rosafio a completare il reparto. Il Paceco scende in campo con Noto, Bognanni, Bulades, Giannusa, Terranova, Lo Bue, Di Peri, Colace, Di Piedi, Raia, Yoboua.

Foto Antonio Maimone

Primo tempo con ritmi piuttosto bassi, anche se non eccessivamente, complici anche i 27°C del San Filippo. Ci sono tutti i presupposti per vivere una partita blanda, e infatti la prima occasione, se così si può definire arriva al 20′ con il Paceco che rischia un clamoroso autogol, ma la difesa riesce a spazzare in angolo. Al 24′ Rinaldi compie una grande parata su un’iniziativa di Colace. Al 35′ il Messina si porta in vantaggio con una staffilata di Migliorini, che dai 25 metri lascia immobile l’incolpevole Noto. Quattro minuti più tardi ci riprova Migliorini, questa volta l’estremo difensore del Paceco riesce a mandare in calcio d’angolo. Terminano così i primi 45 minuti.

Il gol del 3-0 firmato da Cocuzza (foto Maimone)

La ripresa si apre alla grande per il Messina: al 4′ Mascari segna dopo una bella azione di Rosafio, mentre due minuti più tardi torna al gol anche Totò Cocuzza, che prima del cambio sigla il 3-0 per i peloritani. Un minuto più tardi Cozzolino serve Mascari, l’attaccante segna il 4-0 ma viene annullato per fuorigioco. Momento di grande forma per il Messina, mentre il Paceco sembra essere completamente scomparso dal campo. Ancora peloritani al 13′: Inzoudine si invola sulla fascia, mette al centro per l’accorrente Cozzolino, il tiro del numero 8 si stampa sulla traversa. L’azione però continua, palla al centro, colpo di testa di Ragosta e sfera fuori di un niente a sfiorare il palo. Dopo un bell’intervento di Rinaldi al 17′ torna in attacco il Messina cinque minuti più tardi con Mascari, che in rovesciata impegna severamente Noto, il portiere del Paceco è bravissimo a mettere il pallone in angolo. Ancora protagonista l’estremo difensore ospite, questa volta è Carini a costringerlo alla deviazione in corner. Il Messina dilaga, al 35′ Lavrendi segna il gol del 4-0 su calcio di rigore spiazzando Noto: palla da una parte, portiere dall’altra. I peloritani non si fermano, e Bruno con un pallonetto delizioso in area di rigore sorprende Noto, è il 5-0 per il Messina, ed è anche il risultato finale del San Filippo.

Il rigore di Lavrendi (Foto Antonio Maimone)

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.