Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Serie D. Clamoroso al San Francesco, il Messina batte 1-0 la Nocerina: decide Arcidiacono

Clamoroso a Nocera: il Messina ha battuto i rossoneri per 1-0 grazie alla rete di Arcidiacono al 20′ della ripresa. I peloritani tornano al successo dopo un periodo assolutamente disastroso e guadagnano tre punti importantissimi in trasferta contro una delle squadre più forti del girone I del campionato di Serie D. Da annotare l’ottima prestazione del portiere Lourencon, assolutamente protagonista al suo esordio in maglia biancoscudata. La Nocerina avrebbe meritato sicuramente qualcosa in più, ma i tre punti vanno al Messina, che vendica in un certo senso il pareggio dello scorso anno dopo essere stato sopra addirittura di due gol.

Un Messina a dir poco sperimentale quello che si presenta a Nocera per cercare di evitare l’ennesima vergogna stagionale. Biagioni si affida ai nuovi innesti per bloccare una delle squadre più in forma del campionato. I peloritani scendono in campo con il brasiliano Lourencon tra i pali, difesa a quattro con Biondi e Barbera sulle fasce, Zappalà e il rientrante Ba al centro. In mediana davanti al reparto arretrato il solito Genevier, con Traditi e il nuovo arrivato Janse al suo fianco: l’olandese nasce centrocampista, può all’occorrenza giocare anche come terzino destro. In attacco il tridente è composto da Arcidiacono, Cocimano e Tedesco, altro nuovo innesto in casa giallorossa. La Nocerina di mister Viscido scende in campo con Feola, Vuolo, Salto, Pecora, Caso, Festa, Odierna, De Feo, Simonetti, Cioffi e Cardone.

Primo tempo senza troppe emozioni allo stadio San Francesco: la prima occasione del match è dei padroni di casa con Simonetti, che al 5′ si mette in proprio e dopo una bella percussione calcia verso la porta difesa da Lourencon, ma il tiro finisce di poco sul fondo. Il Messina non riesce a rendersi pericoloso, ed è ancora la Nocerina a farsi avanti al 13′ con un calcio di punizione di Salto, ma il suo sinistro termina alto non di molto. Quattro minuti più tardi è ancora Salto a impensierire il portiere brasiliano del Messina con un colpo di testa su azione di calcio d’angolo, ma Laurencon non si fa beffare bloccando il pallone. La prima occasione dei peloritani è perlopiù casuale: al 27′ Cocimano sbaglia un cross e prende in pieno la traversa scavalcando Feola con una traiettoria beffarda, ma la dea bendata non sembra voler premiare il Messina in uno dei momenti più tragici, sportivamente parlando della sua storia. La Nocerina non ci sta e torna a premere sul finale di tempo, ma risulta essere imprecisa sotto porta prima con Odierna, che spara alto sotto porta, e poi con Cardone, ma il suo tentativo è neutralizzato dal presente Lourencon. Non succede altro in questa prima frazione di gioco, 0-0 tra Nocerina e Messina: campani decisamente più pericolosi dei peloritani, che hanno preso una traversa solo grazie a un cross sbagliato da Cocimano.

Arcidiacono (foto Antonio Maimone)

La ripresa inizia senza grosse occasioni, per vedere la prima bisogna aspettare l’8′ con Janse, che da 30 metri calcia verso la porta, ma il suo tiro termina alto di poco sopra la traversa: bel tentativo da parte dell’olandese ex NAC Breda e Ternana. La Nocerina però non sta a guardare, e poco dopo si rende pericolosa con De Feo, che non approfitta del cross radente di Cioffi spedendo il pallone fuori da ottima posizione. Al 19′ ancora Nocerina con Simonetti, ma il suo tiro è ben bloccato da Lourencon. All’improvviso però il Messina passa in vantaggio: al 20′ Arcidiacono fa suo un pallone pervenuto dalla destra da Cocimano e di prima intenzione segna la rete dell’1-0 per i peloritani. La Nocerina non ci sta e ci prova con De Feo prima e Salto poi, ma le loro conclusioni sono imprecise. Manca poco più di un quarto d’ora ed è già iniziato il forcing dei padroni di casa, che non possono permettersi di perdere in casa contro probabilmente la squadra più in difficoltà dell’intero girone I. Ci prova ancora Simonetti, ma Lourencon è bravissimo a neutralizzare il suo tentativo. Il portiere brasiliano è ancora protagonista in positivo con un bell’intervento dopo un rimpallo in area di rigore. Si rivede il Messina all’35’ con capitan Genevier, che in rovesciata prova a sorprendere Feola, ma il pallone finisce sul fondo. Nocerina pericoloso con Simonetti, ma l’attaccante campano non riesce di testa a correggere verso la porta. La Nocerina ci prova al 90′, ma Lourencon con una prodezza devia il pallone in calcio d’angolo sul tiro del neo entrato Vatiero. Al 45′ il Messina esegue il primo cambio del match: fuori Cocimano, dentro Rabbeni. Altro cambio per il Messina al 50′, più per perdere tempo che per altro: fuori Arcidiacono, match winner di giornata e dentro Carini. I minuti di recupero segnalati sono cinque, ma chiaramente i peloritani perdono un sacco di tempo per guadagnare più secondi possibili per portare a casa una vittoria che sarebbe vitale in vista del triplo impegno casalingo prima della sosta natalizia e del match di San Cataldo. Finisce così: il Messina batte la Nocerina 1-0 e conquista la terza vittoria di questo campionato. Per i rossoneri prima sconfitta casalinga della stagione, da segnalare gli applausi dei trenta tifosi peloritani giunti sino a Nocera con l’ormai solito striscione “Solo per la maglia”.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.