Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

SEL fa chiarezza: alle amministrative si va con il PD

Andrea Carbone, responsabile regionale per gli Enti Locali di SEL

Il Coordinamento Regionale di SEL spazza via ogni dubbio e fa chiarezza sulle amministrative. A Messina Sinistra Ecologia e Libertà, in assoluta sintonia con la linea politica nazionale, si alleerà con il Partito Democratico.

Con buona pace di chi all’interno del partito di Nichi Vendola preferirebbe sostenere l’outsider Renato Accorinti per la poltrona di Palazzo Zanca.

Nella nota inviata dal responsabile SEL per gli Enti Locali Andrea Carbone, si legge infatti che è necessario “attivare un confronto con i partiti del centrosinistra anche nei territori in cui si voterà per le amministrative, per rilanciare anche a livello locale una coalizione aperta alla società civile e a quelle forze civiche che vorranno farne parte, interprete della vera voglia di cambiamento e di buona amministrazione che proviene dalle donne e dagli uomini di questa nostra regione, ricercando  condizioni,  percorsi e modalità che possano individuare candidature e sostenere candidati che si pongono all’interno della coalizione e ne condividano il progetto”.

Nessuna preclusione quindi verso la società civile che sosterrà Accorinti, ma il candidato sindaco, così come quello alla

carica di presidente della Provincia, sul quale puntare si sceglierà all’interno del centrosinistra. Punto.

“A pochi mesi dalle elezioni del 24 e 25 febbraio -puntualizza Carbone- si andrà alle urne per il rinnovo delle amministrazioni comunali. Questa scadenza, così ravvicinata rispetto alle elezioni politiche, richiede una riflessione e l’indicazione chiara e netta del percorso che ci porterà all’individuazione dei candidati a sindaco e presidente di Provincia, alle liste ed alla loro composizione.

Siamo intanto impegnati in una campagna elettorale che sta entrando nel vivo e che sta assumendo le connotazioni di complessità e difficoltà che avevamo messo in conto. Si susseguono gli attacchi allo schieramento di centrosinistra e abbiamo motivo di credere che tali  attacchi si intensificheranno nei prossimi giorni, convinti come siamo di rappresentare il vero e unico elemento di novità e di cambiamento per questo Paese.

Se in questo momento non appare opportuno confondere e sovrapporre i piani di discussione tra le elezioni politiche e quelle amministrative, è indubbio che qualunque intervento o posizione andasse fuori dall’alveo della coalizione di centrosinistra rappresenterebbe un elemento di  contraddittorietà rispetto alle scelte politiche che SEL ha già effettuato e allo stesso tempo sarebbe incomprensibile per gli elettori. Oltre che a cambiare il Paese -conclude Carbone- noi ci vogliamo candidare a cambiare anche le nostre città”.