Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Sei mai stata sulla luna?

seimaistatasullalunaSei mai stata sulla luna?

Paese: Italia

Genere: Commedia

Durata: 119 minuti

Regia: Paolo Genovese

L’atteso ritorno al cinema di Paolo Genovese porta sugli schermi una classica commedia dai toni romantici, un inno ai buoni sentimenti che ha per sfondo il tema classico del confronto tra città e campagna.

L’arrivo inaspettato di Guia nelle sperdute ma bellissime campagne della Puglia sembra nascere sotto i peggiori auspici. Lei è una brillante donna in carriera che vive tra Milano e Parigi, capitali del lusso e della moda. Il suo lavoro in una famosa rivista di moda le consente di potersi permettere tutti i lussi che la modernità può offrire  e non riesce a immaginare vita peggiore di quella degli strampalati personaggi con cui si ritrova costretta ad avere a che fare. Ma guarda caso quegli stessi strampalati personaggi le fanno capire che nella sua più che perfetta vita, manca qualcosa di fondamentale: l’amore.

L’ultima prova di Genovese finisce nella catasta dei dimenticabili: film non brutti ma che non lasciano neppure il segno. Banali e senza sorprese ma che posso sfoderare qualche guizzo grazie all’attore di talento chiamato per fare botteghino. Qui ce n’è più di uno, ma non riescono a salvare del tutto la situazione: il film ha dei buoni momenti, ma per la maggior parte del tempo si guarda l’orologio.

Continuare con queste produzioni, mi si perdoni il gioco di parole, non è produttivo. Film del genere permettono agli attori affermati di mettersi in mostra (ma meglio sarebbe andarli a vedere a teatro se lo scopo è questo), agli attori emergenti di illudersi e poter dire di aver fatto un film insieme a Raoul Bova e a Neri Marcoré e a far entrare un po’ di soldi nelle tasche di collaboratori di lusso come De Gregori, che ha firmato la colonna sonora. Consigliato solo ai fanatici di Genovese

Paolo Failla

Sano di mente nonostante un'infanzia con classici Disney e cartoni animati giapponesi, il battesimo del fuoco arriva con i film di Bud Spencer e Terence Hill, le cui opere sono tutt'ora alla base della sua visione sull'ordine del cosmo. Durante l'adolescenza conosce le opere di Coppola, i due Scott, Scorsese, Cameron, Zemeckis, De Palma, Fellini, Monicelli, Avati, Steno e altri ancora. Su tutti Lucas e Spielberg . Si vocifera che sia in grado di parlare di qualsiasi argomento esprimendosi solo con citazioni varie. Ha conosciuto le vie della Forza con una maratona di Star Wars di oltre 13 ore.