Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Scuola. Pronta la versione 2.0 dell’agenda creata da tre studenti del liceo Seguenza

Andrea D’Amore, Saro De Natale e Marco De Domenico

MESSINA. L’agenda Proseguendo torna fra i banchi del liceo Seguenza. È la versione 2.0 della Seguenda, l’altra agenda del Seguenza che attinge all’esperienza degli anni scorsi. Questo diario può essere descritto in due parole: professionalità e modernità. Un ottimo lavoro compiuto da 3 studenti. Basti pensare alla grafica (sia della copertina che delle pagine) attuale e vicina alla realtà dei giovani d’oggi, a partire dai social network, in questo caso Facebook. “Con la Proseguendo – spiega il docente Enzo Caruso- i rappresentanti e referenti del progetto Andrea D’Amore, Saro De Natale e Marco De Domenico, animati da un grande entusiasmo condiviso e incoraggiato dalla preside Lilia Leonardi, hanno voluto ridare ai seguenzini e al nostro istituto un’identità, un motivo di vanto, una ragione in più per poter essere fieri di dire: Faccio parte di questa scuola anche io!“.

In passato la Seguenda era stata finanziata in gran parte dalla scuola fino a quando i problemi economici legati alla crisi ne hanno interrotto la realizzazione. E’ stato necessario quindi un duro lavoro per reperire le risorse con le quali ricoprire le spese di una nuova produzione. Nella ricerca dello sponsor e nella realizzazione del prodotto, i ragazzi hanno messo in atto tutte le competenze acquisite del “fare impresa”, anche con il coinvolgimento altri compagni, passando dalla fase di ideazione a quella della produzione attraverso indagine di mercato, ricerca dei gusti degli utenti, masterplan, costi e distribuzione del prodotto.

Un duro lavoro, ma grazie all’impegno e alla dedizione dei tre studenti, la Proseguendo è stata realizzata e distribuita gratuitamente a tutti i ragazzi del Seguenza. “Il liceo, in tutte le sue componenti -si legge ancora nella nota- esprime il proprio compiacimento per il recupero di una tradizione che contribuisce, grazie al protagonismo giovanile, a promuovere l’offerta formativa del liceo in modo originale sul territorio”.