#Scuola. Arte e scienza nelle mostre dei bimbi della materna “Militi”

Inaugurate due mostre delle scuole dell’infanzia dell’ IC Militi di Barcellona Pozzo di Gotto. Ad allestirle le insegnanti Grazia Munafò, Mariagrazia Genovese, Santina Prestipino, Lorella Abbate, Domenica Recupero, Antonella Chillemi, Anna Calabrò, Rosa Milone, Mariarosa Sofia e Provvidenza Calabrò, coordinate dalla collega Rosa Foti, autrice anche della progettazione. I lavori dei bambini sono stati realizzati nell’ambito dei due progetti Erasmus Plus KA2 (2014/16), inerenti attività finanziate dall’Unione Europea per lo scambio dei sistemi di insegnamento e di apprendimento fra scuole partner. Due sono i progetti: “Experiments-The best learning science” e “Art all over Europe”. Il primo ha visto docenti italiani confrontarsi con scuole della Lettonia, della Bulgaria, della Romania, della Polonia e della Turchia su tematiche relative alla didattica delle scienze, mentre il secondo ha offerto opportunità di confronto con le scuole della

Spagna e della Grecia sull’approccio degli alunni all’arte sin dalla scuola dell’infanzia.

Nel progetto scientifico l’Italia ha trattato l’argomento dello spazio e del sistema solare, avvicinando i bambini al mondo meraviglioso dei pianeti. Nel progetto artistico invece, ogni Paese coinvolto ha individuato due artisti e per l’Italia sono stati scelti Antonello da Messina e Renato Guttuso, le cui opere hanno fornito modelli e spunti per gli alunni che le hanno riprodotte con creatività.

Nati dall’esigenza di aprire la scuola a nuove realtà diverse dal contesto locale, i progetti hanno offerto occasioni di confronto personale, sociale e culturale in ambienti didattici europei e favorito l’internazionalizzazione della scuola, nella quale operano docenti con competenze e professionalità sempre più adeguate a formare ed educare i futuri cittadini europei.

Grande soddisfazione è stata espressa dalla preside Luisa Lo Manto e dalle docenti coinvolte, consapevoli dell’importanza della progettazione in contesti europei e trasnazionali rispetto agli obiettivi fondamentali della formazione e della crescita culturale degli alunni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *