Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Scoglio e il PDL: “Vado avanti con la mia candidatura”

Gianfranco Scoglio

Ringrazia sentitamente e respinge al mittente la richiesta di frasi da parte per evitare di sottrarre consenso al candidato del PDL Enzo Garofalo.

Gianfranco Scoglio, ex assessore ed ex city manager, candidato alla poltrona di sindaco di Messina di Nuova Alleanza, va avanti per la sua strada senza tentennamenti.

“Apprendo dalla stampa -dichiara Scoglio in una nota- che esponenti di primo piano del PDL ed ex assessori comunali invitano me e Nuova Alleanza (che non è costituita da una triade, ma da uomini e donne con passione civica) a ritirare la mia candidatura a sindaco della città all’insegna dell’unità del centrodestra e di appoggiare il candidato Enzo Garofalo per battere le sinistre.

Ringrazio sentitamente gli esponenti politici che si sono prodigati per la riunione del centrodestra, che mi riconoscono capacità, merito e consenso ai quali offro la mia disponibilità a candidarmi a sindaco

per l’intera coalizione ritenuto che l’on. Garofalo, valido candidato, è stato eletto parlamentare il 25 febbraio scorso. Eventuali sue dimissioni priverebbero la città dell’unico parlamentare del centrodestra, sempre presente, a favore di Catania e di logiche spartitorie di poltrone che ancora una volta penalizzerebbero Messina”.

Scoglio ribadisce poi che la sua candidatura e quella della lista che lo sostiene “è animata oltre che dalla passione civile e dall’ amore per la città dal rispetto di idee, valori, programmi e progetti non negoziabili e che fino ad ieri erano condivisi da tutto il centrodestra.

Quanto al Governo delle larghe intese, esso nasce esclusivamente per la realizzazione nel breve periodo di alcune riforme necessarie prima di ritornare alle urne e non è un modello ripetibile nell’ interesse dell’alternanza, vera regola di democrazia”.

Senza mettere in dubbio e rispettando la buona fede di chi a vario titolo gli ha chiesto di fare un passo indietro, Scoglio suggerisce che “avendo spiegato le ragioni del mio impegno civile, analoghi inviti siano fatti all’altro candidato del centrodestra”.