Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Sciopero Generale Europeo, scontro tra i vigili e gli studenti

Il manifestante No Ponte mentre dà il via alla scalata ai cancelli.
Il manifestante No Ponte mentre dà il via alla scalata ai cancelli

Manifestazione disordinata ma tranquilla quella di stamane per lo Sciopero Generale Europeo, che ha Messina ha visto protagonisti soprattutto gli studenti.

O almeno lo è stata fino a quando il corteo non è arrivato a Palazzo Zanca. Qui, come ci hanno raccontato più testimoni, un manifestante del movimento No Ponte avrebbe dato l’assalto ai cancelli di Palazzo Zanca, arrampicandosi ed incitando i ragazzi a fare altrettanto.

A riscaldare gli animi la decisone dei vigili urbani di staccare gli striscioni che i ragazzi avevano attaccato all’esterno.

Gli studenti emulano il manifestante No Ponte
Gli studenti emulano il manifestante No Ponte

Ovviamente è stato subito imitato, a dispetto di qualunque logica di elementare buonsenso. I vigili urbani, che quando sui cancelli del Comune c’erano i lavoratori dell’ATM hanno cercato di farli ragionare con le buone, in questo caso hanno deciso di puntare sulle maniere forti. Al punto che uno dei ragazzi, Claudio Risitano, è stato preso con la forza. A far scendere con le buone gli altri facendoli ragionare è stata invece Clara Croce, segretario generale della FP Cgil.

“Il problema è che non si deve dare il cattivo esempio ai ragazzi -sbotta. Arrampicarsi sui cancelli e dire di fare altrettanto a dei ragazzi così giovani è da incoscienti. Li ho convinti a scendere spiegando loro che rischiavano di tirarsi addosso i cancelli e che se questo fosse successo ci sarebbero state conseguenze gravissime. Non si fa così, questi ragazzi sono figli nostri, non li possiamo esporre al pericolo”.

[nggallery id=24]