Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Scicli. Nel fine settimana Rubino: vino, degustazioni e arte

Rubino70X100Sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre uva, vino e viticoltori saranno i  protagonisti della terza edizione di Rubino. Nel fine settimana a Scicli saranno presentate le migliori cantine vitivinicole del territorio. Tra show cooking, degustazioni guidate, lezioni con i sommelier, conferenze di approfondimento e performance artistiche, Rubino si annuncia ancora più interessante e ricca di appuntamenti.

L’evento sarà ospitato nel centro storico della città dove alcuni palazzi nobiliari diventeranno veri e propri contenitori culturali per appuntamenti di grande rilievo. Non solo vino, quindi, ma spazio anche ad attività collaterali, con un occhio di riguardo all’arte contemporanea, tra performance e installazioni

Rubino è infatti una manifestazione promossa da SEM – Spazi Espressivi Monumentali, un gruppo di giovani che punta sulla valorizzazione turistica e culturale della città, ma che al tempo stesso si propone come punto di riferimento per l’avvio di nuove collaborazioni in rete e per la creazione di circuiti alternativi.

Il fotografo Armando Rotoletti, autore di Scicli, città felice, presenterà per l’occasione Vino e gente dell’Etna, il suo ultimo libro fotografico. Un vero e proprio racconto per immagini arricchito con testi di autori illustri. La narrazione di una terra aspra e apparentemente ostile che, attraverso le aziende vitivinicole presenti nel territorio, ha saputo valorizzarsi. L’incontro con l’autore sarà preceduto dalla conferenza del ciclo Cibo e Medicina, promosso dall’associazione culturale Tanit Scicli, in collaborazione con Guglielmo Cartia. L’incontro, incentrato su uva e vino nelle varie declinazioni, approfondirà gli usi nella nostra tradizione, le proprietà terapeutiche e le tecniche di produzione.

Scicli campaga agrario (1)Tra gli ospiti anche gli studenti e gli insegnanti dell’Istituto Tecnico Agrario di Scicli, che presenteranno i prodotti e le lavorazioni svolte nell’azienda agraria dell’istituto, dove si svolgono le esercitazioni pratiche degli studenti. “Quest’anno la vendemmia è stata veramente copiosa, con un raccolto di grandissima qualità – affermano dall’Istituto Tecnico Agrario  – non vediamo l’ora di verificarne la qualità! Non solo uva, ma anche olive, carrube e ortaggi coltivati secondo la moderna tecnologia del fuori suolo”.

Ci sono anche gli Incontri DiVini, ogni ora, dalle 16 alle 20, sia sabato che domenica, presso il Caffè Letterario Brancati. I sommelier guideranno i partecipanti nella degustazione di tre vini, utilizzando vista, olfatto e gusto, per imparare a coglierne ogni dettaglio.

“Rubino – spiegano gli organizzatori – rappresenta un’occasione assolutamente unica per apprezzare le risorse artistiche, architettoniche e paesaggistiche coniugando la bellezza assoluta dell’arte con vini prestigiosi le cui etichette, un centinaio quelle presenti, sono frutto del lavoro intenso e pluriennale nelle cantine siciliane. Fermamente convinti della bellezza e della suggestione offerta dalla location Scicli, sarà ancora una volta piacevole scoprire e degustare i vini in questa due giorni a cavallo tra ottobre e novembre. Nel corso degli anni sono nate interessanti collaborazioni tra le aziende che hanno aderito alle precedenti edizioni. Un’esperienza proficua, quindi, per molti degli espositori, entusiasti di riconfermare la propria presenza anche alla luce della positiva sinergia creatasi, come anche nel caso dei ristoranti con le cene a tema alla presenza dei produttori”.

#Scicli. Nel fine settimana Rubino: vino, degustazioni e arte
#Scicli. Nel fine settimana Rubino: vino, degustazioni e arte
#Scicli. Nel fine settimana Rubino: vino, degustazioni e arte

Armando Montalto

Tra la metà dei Novanta e i primi Duemila ha cambiato città, paese e occupazione con la rapidità di un colibrì. Insomma, questo quarantenne messinese, dopo aver fatto consegne a Canal Street, parlato in nome della UE, letto Saramago, tirato sassi sul Canal Saint Martin e bevuto fiumi di birra ha deciso. Tornare a casa, mettere su famiglia e la testa a posto. Oggi si divide tra libri, mare e famiglia. Intanto, prova a scrivere e a raccontare Messina.