Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Salone del Libro, presentata la Venere di Morgantina

Il Salone del Libro di Torino, prestigiosa manifestazione internazionale dedicata all’editoria, si e’ trasformata in vetrina per promuovere l’evento inaugurale
del prossimo 17 maggio che segna l’apertura al pubblico del nuovo spazio espositivo del museo di Aidone dove e’ collocata la Dea di Morgantina. Nello “Spazio Regioni” della prestigiosa rassegna torinese l’assessore regionale ai Beni culturali e
all’Identita’ siciliana Sebastiano Missineo ha presentato il libro “Caccia ai tesori di Morgantina” di Silvio Raffiotta, magistrato e scrittore di archeologia siciliana, che ha coordinato l’indagine giudiziaria che nel 1988 portò all’individuazione dei tre capolavori dell’arte greca (acroliti, argenti e Dea) provenienti da Morgantina e confluiti in importanti collezioni americane.

All’incontro hanno preso parte anche il dirigente generale del Dipartimento regionale dei Beni culturali Gesualdo Campo ed il comandante del nucleo carabinieri tutela del patrimonio storico-artistico della Sicilia Giuseppe Marseglia. “Abbiamo avviato importanti accordi culturali con il Paul Getty Museum – ha dichiarato Missineo – che si tradurranno anche in un fitto programma di scambi di opere d’arte. Siamo
soddisfatti di quanto è già stato fatto – ha continuato Missineo – ma la vera sfida, a partire dal giorno dopo l’inaugurazione, sarà potenziare le infrastrutture viarie del territorio, di realizzare strumenti come una card in grado di offrire servizi e
di garantire una migliore ricettività alberghiera per consentire ai visitatori una fruizione ottimale del nostro patrimonio artistico e culturale. L’obiettivo è far nascere un distretto greco-romano, unico nel Mediterraneo, che oltre alla Dea di
Aidone, può vantare la maestosità della Villa del Casale di Piazza Armerina e della zona archeologica di Morgantina”. 

Al Salone Internazionale del Libro di Torino, il Dipartimento dei Beni culturali e
dell’Identita’ siciliana, con il coordinamento della Biblioteca Centrale della Regione, propone opere pubblicate da 18 editori siciliani. In particolare, la Biblioteca Centrale e quella Regionale di Catania hanno dedicato uno speciale omaggio a Federico De Roberto nel 150° della nascita dello scrittore che coincide con quella dell’Unità d’Italia, presentando una preziosa raccolta delle prime edizioni derobertiane possedute dai due Istituti, tra cui spicca quella de “I Vicerè”.

A Torino è disponibile una selezione delle principali pubblicazioni scientifiche e divulgative realizzate dall’assessorato: dal restauro architettonico alla museografia,
dalla ricerca archeologica a quella etnoantropologica e storico-artistica, dalla conservazione del patrimonio alla catalogazione dei fondi archivistici e librari. I prodotti editoriali degli istituti regionali sono liberamente consultabili e distribuiti in omaggio, mentre una postazione multimediale consente al pubblico la diretta conoscenza dei progetti in corso nel campo della catalogazione informatizzata e delle pubblicazioni digitali.