Rischio idrogeologico, l’appello di Legambiente al nuovo governo regionale

Legambiente“Speriamo che la nomina di Maurizio Croce, quale assessore del Territorio ed Ambiente, sia il segno di un ritrovato interesse da parte della classe dirigente regionale verso le politiche ambientali e in particolare verso la mitigazione del rischio idrogeologico, evidentemente sin qui sottovalutato nel nostro Paese”.

Lo dichiara Mimmo Fontana, presidente regionale di Legambiente Sicilia.

“Ci auguriamo -aggiunge l’esponente ambientalista- che Croce possa trasferire nel suo nuovo incarico i livelli di efficacia raggiunti come soggetto attuatore per gli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico in Sicilia e Puglia. Proprio in ragione di quei risultati però, noi riteniamo che in questo ambito l’assessore Croce debba darsi obiettivi più ambiziosi, puntando a fare della Sicilia la prima regione d’Italia a dotarsi del piano”.

Elio Granlombardo

Ama visceralmente la Sicilia e non si rassegna alla politica calata dall’alto. La “sua” politica è quella con la “P” maiuscola e non permette a nessuno di dimenticarlo. Per Sicilians segue l'agorà messinese, ma di tanto in tanto si spinge fino a Palermo per seguire le vicende regionali di un settore sempre più incomprensibile e ripiegato su se stesso. Non sopporta di essere fotografato e, neanche a dirlo, il suo libro preferito è “Conversazione in Sicilia” di Elio Vittorini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.