Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Rischio attentati, da Galatolo rivelazione su presunto piano contro Di Matteo

Il PM Nino Di Matteo
Il PM Nino Di Matteo

A rivelare il piano di Cosa Nostra per uccidere il PM Nino Di Matteo, che rappresenta l’accusa nel processo sulla trattiva Stato-mafia in corso a Palermo sarebbe stato Vito Galatolo.

Quarantun anni, arrestato più volte (l’ultima nell’operazione Apocalisse), Vito Galatolo è il figlio di Vincenzo, boss del quartiere palermitano dell’Acquasanta, da anni al 41 bis.

Secondo quanto riportato oggi da alcuni quotidiani, Galatolo avrebbe riferito di aver partecipato a due summit per programmare l’attentato, che si sarebbe dovuto realizzare a Roma, utilizzando delle armi, o a Palermo, usando esplosivo. Il figlio del boss avrebbe detto di avere voluto rivelare il progetto di attentato “per togliermi un peso dalla coscienza”.
“Abbiamo già convocato i magistrati che vedremo a breve. Sappiamo che tutti i dispositivi di sicurezza sono stati messi a disposizione ma non sottovalutiamo nessun allarme” ha dichiarato la presidente della Commissione Antimafia Rosy Bindi, commentando così l’allarme sulle ultime minacce ai magistrati di Palermo, a margine del convegno “Giustizia certa e veloce, lotta alle mafie sviluppo legalità e giustizia” organizzato dal Partito Democratico nel capoluogo siciliano.
“Una Procura come quella di Palermo -ha aggiunto la Bindi- non può restare senza la nomina di un procuratore effettivo. Ci auguriamo che il CSM faccia presto. D’altra parte, quella di Palermo non è l’unica nomina che il CSM dovrà fare nei prossimi mesi e non sarà l’unico problema che si troverà di fronte, perché nelle sedi giudiziarie ci saranno molti ruoli scoperti, in virtù delle riforme del governo”.

Domenico Siracusano

Attore e osservatore dei fenomeni sociali e politici, scrive da quando i giornali di quartiere erano di carta e si credeva che un bell’articolo di analisi potesse smuovere le coscienze e forse le montagne. Nel 1997 fu il primo a parlare di casta e gettoni di presenza, beccandosi minorenne una querela, poi ritirata, da un consigliere di Quartiere. Affianca la scrittura all’organizzazione di viaggi con il CTS. Un giorno scriverà di luoghi e destinazioni lontane e sarà un inviato specialissimo.