Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Reso noto il programma della quarta edizione del Mish Mash Festival in programma a Milazzo nel mese di agosto

La radicata Associazione Culturale Mosaico ha reso noto il programma della quarta edizione del Mish Mash Festival, che si svolgerà l’11, 12, 13 e 14 agosto nel Complesso Monumentale di Milazzo.

Dopo il Welcome Day, serata di benvenuto gratuita che si terrà l’11 agosto, la novità introdotta per questa edizione è la “Ferragosto Eve” che si terrà il 14 agosto. Saranno per la prima volta quattro le giornate del Mish Mash Festival.

Nell’edizione del 2019 sono già stati annunciati alcuni artisti rilevanza importante, tra questi Nada, vincitrice di Sanremo 1971 e autrice di brani stupendi, tra cui il Senza un perché, brano inserito nella serie The Young Pope del premio oscar Paolo Sorrentino.

Nitro, uno dei rapper nazionali più apprezzati anche all’estero che conta a soli 26 anni 12 dischi d’oro e tre di platino, i Pinguini Tattici Nucleari,inseriti nella line up del Concerto del Primo Maggio a Roma, e poi ancora Eugenio in Via di GioiaTropea, Rovere, e molti altri che saranno presentati nei prossimi giorni. “L’annuncio di questi nomi – dichiarano gli organizzatori – sulle nostre piattaforme social è stato accolto con grande entusiasmo dal pubblico, tanto da portare ad un sold-out degli EarlyTickets nonostante non fosse stata ancora annunciata la line up completa”.

I biglietti sono diversificati in tre formule: 3 days passport, 2 days passport e daily ticket, possono essere acquistati al botteghino oppure in prevendita online attraverso la piattaforma di ciaotickets.

L’evento è organizzato con la compartecipazione ed il supporto dell’Assessorato ai BB.CC. alla pubblica istruzione e alla promozione dell’immagine della città di Milazzo.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.