Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Regione. Il M5S ripropone la sua riforma sui costi dei consigli comunali

Giorgio Ciaccio, 5 Stelle ARS
Il parlamentare regionale Giorgio Ciaccio del Movimento 5 Stelle

Dopo le inchieste sui costi dei consigli comunali in diverse città siciliane il Movimento 5 Stelle chiede all’Ars di discutere una sua proposta di legge sui costi degli enti locali.

Il deputato Giorgio Ciaccio del Movimento 5 stelle ha chiesto che l’ufficio di presidenza dell’Assemblea regionale siciliana di calendarizzare la discussione sul testo presentato da Stefano Zito, sempre del M5S, sulla riduzione dei costi dei consigli comunali.

La lotta a gettonopoli e agli esosi costi dei consigli comunali – dice Ciaccio – è una delle prime battaglie del Movimento che ora Crocetta sta cercando di cavalcare. Vogliamo capire, ad esempio. qual è la situazione nei grandi comuni, come Palermo, Catania e Messina, che finora non hanno risposto alla nostra richiesta di inviarci le carte. Le avremo ugualmente”.

La proposta del M5S prevede la riduzione dei consiglieri e dell’importo dei gettoni, il taglio dei rimborsi alla società private, le limitazione dei permessi solo all’effettiva durata delle commissioni e del consiglio e l’abolizione dei consigli di circoscrizione sotto i 250 mila abitanti.

“Praticamente – dice Zito parlando del suo disegno di legge – il punto nodale è quello della trasparenza che prevede la pubblicazione on line della durata e dei verbali delle commissioni. I margini di manovra a questo punto diventerebbero minimi, essendo posto l’operato dei consiglieri costantemente al vaglio dei cittadini”.