#Regione. Democrazia partecipata: sanzioni per i Comuni che non la praticano

Democrazia partecipataSanzioni per i Comuni che non destineranno alla democrazia partecipata il 2% delle somme trasferite dalla Regione Sicilia.

Passato in Commissione all’ARS un emendamento presentato dal 5 Stelle, che ha come obiettivo

il coinvolgimento dei cittadini nelle scelte delle amministrazioni locali.

I Comuni inadempienti dovranno restituire alla Regione le somme non utilizzate per incoraggiare la partecipazione alla politica attiva.

“Una vittoria nel segno dei cittadini” commentano i deputati del M5S Giorgio Ciaccio e Claudia La Rocca.

I due parlamentari sono gli autori dell’emendamento approvato, che migliora quello (sempre del 5 Stelle) diventato legge all’interno della Finanziaria 2014.

Elio Granlombardo

Ama visceralmente la Sicilia e non si rassegna alla politica calata dall’alto. La “sua” politica è quella con la “P” maiuscola e non permette a nessuno di dimenticarlo. Per Sicilians segue l'agorà messinese, ma di tanto in tanto si spinge fino a Palermo per seguire le vicende regionali di un settore sempre più incomprensibile e ripiegato su se stesso. Non sopporta di essere fotografato e, neanche a dirlo, il suo libro preferito è “Conversazione in Sicilia” di Elio Vittorini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.