#Regione. Ars all’unanimità dice no all’abolizione dei segretari comunali

Sala d'Ercole all'ARS
Sala d’Ercole all’ARS

L’Assemblea regionale siciliana ha approvato all’unanimità una mozione che impegna la giunta Crocetta a intervenire nei confronti del governo centrale per scongiurare l’abolizione dei segretari comunali negli enti locali.

Il documento presentato dalla Musumeci, approvato con il parere favorevole del governo, mira alla modifica del progetto di legge nazionale sulla riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche.

“La figura del segretario comunale – ha detto il deputato Nello Musumeci, presentando il testo in Aula –

non può essere abolita, deve essere invece valorizzata e costituire l’unico presidio di legalità per i Comuni, a cui deve essere demandato il ruolo ordinario del controllo preventivo degli atti amministrativi, funzione che la politica non può più affidare, come oggi accade, alla magistratura penale, contabile e amministrativa”.

Il deputato della Musumeci Gino Ioppolo chiede al governo Crocetta di assumere un mandato chiaro e inequivocabile. E riafferma le funzioni di imparzialità e di legalità dei segretari comunali, “rimasti la sola garanzia degli atti amministrativi dopo la soppressione dei Coreco“. Ioppolo ha anche annunciato la presentazione di un disegno di legge per il ripristino di un organo di controllo regionale.


Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.