Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Rapina fruttivendolo nel Rovigoto e si gioca tutto ai videopoker, arrestato 41enne barcellonese

MESSINA. In esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rovigo, ieri pomeriggio i Carabinieri della Stazione di Barcellona Pozzo di Gotto hanno arrestato il 41enne barcellonese N. S., già noto alle forze dell’ordine, condannato per i reati di rapina a mano armata e porto ingiustificato in luogo pubblico di strumenti a offendere. Il 2 gennaio scorso, mentre si trovava in provincia di Rovigo, l’uomo ha rapinato un negozio di frutta e verdura, minacciando l’esercente con un coltello e costringendolo a consegnargli l’incasso di giornata. Il denaro di cui l’uomo si era impossessato era stato immediatamente speso per giocare ai videopoker in una vicina sala slot machine dove i Carabinieri della Stazione di Taglio di Po, poco dopo il reato, lo avevano rintracciato e arrestato, trovandolo in possesso del coltello utilizzato per commettere la rapina e recuperando la refurtiva. Il 12 maggio 2020 Tribunale di Rovigo ha emesso sentenza di condanna, che trascorsi i termini di appello è divenuta esecutiva e pertanto i Carabinieri nella giornata odierna hanno arrestato il 41enne che dovrà scontare una pena residua di 2 anni e 7 mesi di reclusione. Al termine delle formalità di rito l’arrestato è stato condotto nella Casa Circondariale di Termini Imerese, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.