#Ragusa. Lotta al lavoro nero, controlli a tappeto in tutta la provincia

cantiereGiro di vite contro il  nero nella provincia di Ragusa. I carabinieri del Nucleo Ispettorato del e del Comando Provinciale, nel corso di diverse ispezioni, hanno comminato sanzioni per oltre 70 mila euro.

I Carabinieri, su impulso della Direzione Territoriale del Lavoro, negli ultimi dieci giorni hanno proseguito le ispezioni finalizzate alla verifica dell’osservanza dei contratti di e della sicurezza nei cantieri i edili.

I militari, raccontano dal Comando Provinciale, in un cantiere edile hanno riscontrato alcune mancanze come l’assenza di recinzione, la mancanza di parapetti e la mancata valutazione del rischio elettrico. In un altro cantiere sono

state riscontrate altre irregolarità come un ponteggio non conforme al piano di montaggio e smontaggio, mancanza di parapetti idonei, il piano di viabilità di persone e mezzi nel cantiere non era verificato e le scale utilizzate non erano conformi. I titolari delle imprese sono stati sanzionati con ammende da 4384 euro.

I Carabinieri hanno controllato anche attività commerciali e in un negozio di abbigliamento l’unico dipendente era in nero ed è stata elevata la maxisanzione per il lavoro nero da 4 mila euro. In un altro negozio di abbigliamento un lavoratore sui quattro presenti era in nero ed è stata 1950 euro di sanzione e la maxisanzione da 4 mila euro per lavoro nero. Mentre in un negozio d’abbigliamento cinese è stato riscontrato l’uso illecito di telecamere di videosorveglianza.
Inoltre sono stati controllati quaranta esercizi commerciali e verificate quarantatré posizioni lavorative, di cui cinque in nero. In totale sono state contestate sanzioni amministrative per 28 mila euro e recuperati contributi INPS per circa 22 mila euro.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.