Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Ragusa. Le opere di Rossana Ragusa in mostra all’Assenza di Pozzallo

Polpy- omaggio ai muralisti Messicani -T. Modotti, F. Kahlo, D. Rivera-acrilico su miltistrato-2005 copia-1024x1024

Martedì 11 agosto alle 21 sarà inaugurata nello Spazio Cultura Meno Assenza a Pozzallo la mostra ReMare, personale dell’artista modicana Rossana Ragusa, a cura di Franco Rinzivillo.

In corso Vittorio Veneto fino al 22 agosto sarà possibile visitare la mostra, organizzata in collaborazione con la Galleria d’arte Lo Magno di Modica,

All’inaugurazione sarà presente l’artista che eseguirà tre interventi musicali con chitarra e voce, mentre Giovanni Ragusa, docente del locale Istituto nautico, fornirà chiavi di lettura e spunti di riflessione sulle opere esposte.
“Il titolo della mostra – spiegano gli organizzatori della Mostra – nella sua valenza polisemica, vuol essere un omaggio a quel mare che unisce e divide i popoli, che è viaggio e scoperta. Ma anche metafora dell’esistenza con le sue tempeste e bonacce, le secche e gli abissi. Allude anche all’atto del vogare, dell’avanzare tra le onde a colpi di remi, compiendo uno sforzo individuale che è nullo se non è ben sincronizzato con i movimenti degli altri:

un invito dunque, ad abbandonare l’individualismo di massa e a procedere uniti sul cammino della solidarietà e della fratellanza”.

 L’esposizione comprende una sessantina di opere e installazioni, realizzate tra il 2002 e il 2015, con le tecniche dell’acrilico su tavola e su sassi di fiume.

E fiori,e armi,e stalattiti-omaggio J. M. Basquiat- acrilico su tavola-2013 copia“In esse  – aggiungo gli organizzatori – si riflette la poetica visionaria dell’artista, che scaturisce dall’interdipendenza del tutto in un universo dove ogni cosa ha un’anima e dall’ascolto delle vibrazioni della materia, del legno, della sabbia, dei sassi levigati dall’acqua. La sua è una pittura apparentemente naïf, ma in realtà nutrita di vasti riferimenti artistici e letterari, che spaziano dal Cantico delle creature di San Francesco d’Assisi alle poesie mistiche del persiano Rumi, dall’astrattismo ed espressionismo mitteleuropeo all’arte murale messicana. La Ragusa dipinge fiori, volti, occhi, isole, pianeti, in una esplosione di azzurri, gialli, aranci accesi dove parole e brani di poesie piovono come dentro un sogno”.

La mostra potrà essere visitata tutti i giorni dalle dalle 9 alle 13 e dalle 18 alle 23.