Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Ragusa. La Polizia intensifica il contrasto allo spaccio nelle scuole

Ragusa Questura Polizia cane

Continua l’azione di prevenzione e di contrasto allo spaccio di stupefacenti nelle scuole della Polizia.
Infatti, anche nell’anno scolastico in corso l’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Ragusa ha intrapreso un’attenta azione ad ampio raggio che vede come obiettivo principale l’ambito scolastico ad ogni livello.
“La finalità è quella di stabilito un rapporto costante con le istituzioni scolastiche con l’obiettivo di tutelare gli studenti ed assicurare loro un sano e sereno ambiente in cui crescere nel rispetto delle regole” – spiegano dalla Questura.
Dopo i diversi incontri incentrati sul tema della legalità, del bullismo e del cyberbullismo, l’ulteriore obiettivo è quello di prevenire e contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti all’interno delle scuole e nelle sue immediate vicinanze.
E così, grazie alla stretta collaborazione tra Polizia e dirigenti scolastici diversi istituti superiori sono stati monitorati dai poliziotti dell’ufficio Volanti. In alcuni casi sono anche intervenuti i cani antidroga.
“Sono stati passati al setaccio anche i luoghi di aggregazione giovanile, i parcheggi e le piazze vicine ai plessi scolastici – aggiungono dalla Questura. Grande la curiosità degli studenti a cui sono stati rappresentati i rischi associati all’assunzione di sostanze stupefacenti e a cui è stata spiegata l’attività condotta dalla Polizia di Stato nell’ambito della prevenzione e della lotta allo spaccio di droga”.
Fino ad oggi il bilancio è positivo, infatti, si evidenzia la quasi totale assenza di sostanze stupefacenti all’interno degli istituti scolastici controllati. Solo nei pressi di uno il cane poliziotto Alan ha trovato una piccola quantità di hashish di cui non è stato possibile addebitarne il possesso ad alcuno.
L’attenzione rivolta dalla Polizia di Stato al mondo della scuola rimane alta con ulteriori controlli che continueranno nei prossimi giorni e con le segnalazioni che è possibile inviare con un SMS al numero di assistenza scolastico antidroga 43002, indicando all’inizio del testo il nome della provincia in cui sono avvenuti i fatti.