Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Ragusa. Arrestata giovane ladra in trasferta

Polizia Ragusa Bilic SilvanaAveva lasciato il figlio neonato al campo nomadi di Catania e, insieme a una complice, era a Ragusa per rubare nelle abitazioni lasciate incustodite durante le vacanze. Ma, gli agenti delle Volanti, diretti dal commissario capo Filiberto Fracchiolla, hanno arrestato la ventitreenne Silvana Bilic.

“Il colpo – spiegano dalla Questura –  non è riuscito grazie all’intervento tempestivo delle Volanti , su segnalazione di un cittadino, hanno bloccato la giovane donna che, dopo aver scassinato e aperto la porta d’ingresso di un’abitazione, si accingeva a depredarla di ogni oggetto di valore”.

La donna, in compagnia di una complice, è riuscita a entrare in un condominio e utilizzando un attrezzo da scasso ha iniziato a forzare la porta d’ingresso dell’abitazione presa di mira.

L’appartamento è stato scelto, probabilmente, perché vicino si stavano eseguendo dei lavori di ristrutturazione di una casa e i rumori le avrebbero coperte.

justify;">“In un primo momento, infatti – aggiungono dalla Questura – i colpi inferti contro la porta d’ingresso non hanno destato alcun sospetto, ma dopo alcuni minuti, la loro persistenza ha suscitato il dubbio che qualcosa non andava”.

Un inquilino ha chiamato il 113 e si è affacciato sul pianerottolo sorprendendo le due che, dopo aver divelto la serratura erano entrate nell’abitazione e si apprestavano a ripulirla. Colte sul fatto, una delle due è riuscita a scappare mentre l’altra è stata bloccata e consegnata al personale delle Volanti giunto, poco dopo, sul posto.

Dai controlli è emerso che le due ladre non avevano portato via niente. Durante la perquisizione personale gli agenti hanno trovato alla 23enne una particolare pinzetta artigianale utilizzata per aprire le serrature più complesse.

Mentre, i successivi accertamenti hanno permesso di appurare che la donna aveva già effettuato numerosi furti in appartamento in molte città italiane. E così, su disposizione del pubblico ministero di turno Valentina Botti la giovane donna è stata condotta presso la casa circondariale di Catania, con l’accusa di tentato furto aggravato in abitazione.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.