Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Quel whatsapp eccessivo!

Carissimi lettori di #mistatetuttisultacco state per leggere non il solito articolo della Donato, ma uno sfogo!
Una pubblica lamentela, lo sbotto di una madre. Ma chi sono davvero queste mamme del nuovo millennio? Diverse tra loro, figlie degli eccessi. Super botomizzate anche se giovani, super sciatte con peluria sparsa e scomposta.
Di età diversissima tra di loro, si aggirano e frequentano i vari cortili dei diversi plessi scolastici con usi e costumi differenti.
Esistono mamme che sono donne in carriera attente e precise, mamme con delega, mamme mimme (la classica casalinga poco curata con unica valvola di sfogo il coro della chiesa).
E ancora: la mamma apprensiva e quella menefreghista. Oggi loro, tutte insieme, me compresa, abbiamo una cosa che ci accomuna e che viviamo in modo diverso.
Personalmente mi stressa, mi snerva, mi angoscia e, soprattutto, mi scarica la batteria dell’iphone. Sto parlando del whatsapp di classe: nato con i migliori dei propositi e dei motivi, vive con il peggiore degli intenti!
Buongiorno mamme! La preghiera del mattino! Ma la preside come si veste?! Oggi in classe hanno starnutito in 4, me lo ha detto mia figlia. Mittente: Mamma di jhasghgSCIA.
Sempre sveglie. Tutte. Belle e non, baffute e depilate, con diversi argomenti da trattare e condividere. Scrivono anche durante l’attesa dell’uscita dei bimbi. Sempre con vari argomenti e con il ditino pronto per la risposta. All’uscita dal mio ufficio proprio oggi ho trovato 123 notifiche su whatsapp I° D. Decisamente eccessive. Ecco chi siamo. Siamo le mamme più social, quelle del progresso tecnologico. Insomma, mamme eccessive.

Mariangela Donato

Speaker radiofonica, blogger, conduttrice tv, mamma, portatrice sana di battute a raffica anche quando è giù di corda e chi più ne ha più ne metta, La Donato “viveur” è una messinese in fissa con il “savoir faire”. Su Sicilians scrive su abitudini e modi di fare soliti e insoliti, nostrani e non, prendendoli e prendendosi un po' in giro. La sua rubrica "Mi state tutti sul tacco" è la penna pettegola e pungente del nostro giornale.