Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Provincia, siglato il contratto decentrato

E’ stata siglata oggi, dalle Organizzazioni sindacali CISL FP, CSA, DICCAP e dalla maggioranza della RSU, la pre-intesa del contratto integrativo dei dipendenti della Provincia Regionale di Messina.

L’accordo si compone di una nuova “Parte Normativa “ che adegua il precedente impianto ai dettami del Decreto Brunetta e alle successive disposizioni di legge e realizza un sensibile miglioramento e una maggiore razionalizzazione delle modalità e dei criteri di erogazione e assegnazione dei vari istituti del salario accessorio destinato ai lavoratori aventi diritto.

Molte sono le novità introdotte sul versante della meritocrazia e dell’efficienza. “Una fra tutte – dichiara Orazio Carbone della CISL FP – è l’aver previsto, in linea con le disposizioni del Decreto legislativo 98/11, la possibilità di predisporre i cosiddetti ‘Piani Triennali di Razionalizzazione della spesa’ che, riducendo gli sprechi, potranno consentire di recuperare risorse economiche destinabili per il 50% del loro ammontare, alla erogazione di premi aggiuntivi a favore dei dipendenti più meritevoli”.

Anche il collegato accordo economico annuale per il 2013 appare, secondo la CISL FP, il miglior risultato possibile nelle condizioni date.

“Tenuto conto, infatti, dell’attuale scenario in cui versano gli Enti Provinciali contrassegnato da grande incertezza normativa e gravi criticità finanziarie, aver siglato questa pre-intesa – aggiunge Carbone – equivale a ‘mettere in sicurezza’ il salario accessorio dei circa 1000 dipendenti a tempo indeterminato e determinato in forza all’Amministrazione a cui si è, tra l’altro, riusciti a garantire quasi gli stessi trattamenti economici percepiti nel passato”.

Resta aperta la possibilità di recuperare nei prossimi mesi, anche l’importo del Fondo Integrativo Regionale (FIR) che al momento non è stato possibili quantificare causa di problematiche da imputarsi essenzialmente ai comportamenti della Regione Sicilia.

“Se dovesse risolversi favorevolmente pure questa vicenda – conclude Carbone – il nuovo accordo siglato produrrebbe addirittura, un incremento nello stanziamento complessivo destinato all’Istituto della Produttività Collettiva, oggi ‘performance individuale’ dei dipendenti della Provincia Regionale”.