Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Protocollo “SiciliaSicura”, manager e operatori a lavoro: da Catania arriva il progetto Drive In

SICILIA. All’arrivo del Protocollo “SiciliaSicura”, con cui il Governo Musumeci ha messo nero su bianco le norme che consentiranno ai turisti di visitare in tranquillità la nostra isola in quest’estate 2020, seguono i commenti e i progetti degli addetti ai lavori. “Ben vengano tutte le misure in grado di rendere la Sicilia più sicura per i turisti che quest’estate vorranno visitarla e per i siciliani che in questa terra vivono e lavorano” – dichiara Giuseppe Rapisarda, manager nel settore turistico e nei grandi eventi. Rapisarda plaude così all’iniziativa della Regione e preannuncia il progetto del Drive In che verrà lanciato nei prossimi giorni e a altre iniziative ancora in cantiere. “Tutti abbiamo bisogno – continua Rapisarda – di sentirci sicuri, chi lavora nel settore del turismo, i turisti e i cittadini. Con questo protocollo chi arriverà in Sicilia potrà attivare un’app con le proprie informazioni per avere una sorta di pre-triage. È un’idea che non allontana i turisti, anzi li attira perché sanno che in Sicilia l’estate sarà sicura. Noi ci stiamo preparando con le nostre attività a offrire il meglio. Ci siamo messi alle spalle un periodo davvero difficile. Ci siamo attenuti alle regole, abbiamo messo al primo posto tra le priorità la nostra salute. Non possiamo abbassare la guardia e compromettere quanto fatto di buono finora. Le imprese legate al settore turistico non possono rischiare un nuovo lockdown, sarebbe la fine di un intero comparto economico. Dobbiamo sfruttare tutte le misure, soprattutto quelle tecnologiche, per anticipare eventuali problematiche legate ai contagi da COVID-19 e monitorare la situazione giorno dopo giorno. Sono convinto che tutti gli sforzi compiuti e da compiere ci permetteranno di uscire prima possibile da questa situazione e di ripartire serenamente. Voglio pensare positivo”.