Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

La prima firma di Accorinti è per gli assessori

Non c’è tempo da perdere. E dopo il bagno di folla, l’insediamento ufficiale nella sala del Consiglio comunale e il passaggio della fascia tricolore, il sindaco di Messina Renato Accorinti ha firmato il provvedimento per la nomina degli assessori.

Quella che si è insediata questa sera è la sesta Giunta a non essere eletta dal Consiglio comunale, ma ad essere scelta direttamente dal sindaco. Otto i componenti dell’esecutivo (solo una è una donna) che hanno giurato davanti al Segretario Generale del Comune Santi Alligo.

Questa la squadra dei neo assessori: l’economista e docente universitario Guido Signorino è il vicesindaco e assessore al Bilancio e allo Sviluppo economico, il docente universitario Nino Mantineo ha avuto le deleghe alle Politiche sociali, sanitarie e giovanili, al Decentramento (Città Metropolitana) e al Personale, l’ingegnere Gaetano Cacciola, direttore del Cnr Itae, si occuperà di Energia, Mobilità e trasporti, Comunicazione e Innovazione e dei Rapporti con l’Europa e il Mediterraneo, l’ingegnere Sergio De Cola di Urbanistica, Lavori Pubblici e Risanamento, Sergio Todesco, Direttore del Parco Archeologico dei Nebrodi Occidentali, ha le deleghe alla Cultura, alle Identità, alle Politiche scolastiche e all’istruzione,  la ricercatrice universitaria Patrizia Panarello è assessore all’Autogestione dei Beni Comuni, alle Reti Solidali, Villaggi e alle Pari Opportunità, il professore e ambientalista Daniele Ialacqua è assessore all’Ambiente, alla Partecipazione e Valutazione, alle Politiche per il benessere degli animali e a Risorse agricole, RSU, Acqua e Nuovi Stili di Vita, l’ingegnere navale e ricercatore universitario Filippo Cucinotta si occuperà di Risorse del Mare, Protezione Civile e Sicurezza sul Lavoro. Il sindaco Renato Accorinti mantiene le deleghe alla Vigilanza Urbana e allo Sport.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.