Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Primarie al via, alle 13 oltre 4 mila votanti

La giornata è di quelle che invitano ad uscire e ad andare a votare.

E infatti, alle 13 avevano già votato in 4.422.

Il popolo del centrosinistra, e non solo, sta approfittando dell’unica possibilità di scegliere direttamente il proprio candidato sindaco da far scendere in campo per le amministrative di giugno.

Candidati impegnati al massimo, ma la battaglia vera è tra il segretario uscente del PD di Messina Peppe Grioli ed il coordinatore dei gruppi del Partito Democratico in Comune Felice Calabrò. Quest’ultimo può contare sull’appoggio di Francantonio Genovese, ma fino a questo momento non si registrano movimenti massicci di truppe cammellate.

Il seggio più monitorato è quello di Tremestieri, dove votano gli

abitanti di Zafferia, bacino di voti al quale attingono entrambi.

Ciccio Quero va bene, appoggiato da gruppo Panarello-Bottari, ma meno di quanto si pensasse.

Non si registrano grandi risultati per Peppe Ramires (SEL) ed Emilio Fragale, mentre Pucci Prestipino (Il Centro) sta raccogliendo più voti del previsto, soprattutto tra chi di solito non vota il centrosinistra.

“Sta andando benissimo -dichiara Elio Morabito, responsabile comunicazione del Comitato organizzativo. Abbiamo avuto  picchi alti nei seggi del centro e dopo nell’ultima ora anche nei villaggi e in periferia. Avevamo previsto le 15-20 mila presenze, ma penso che le supereremo.

Non abbiamo registrato alcun problema, le votazioni sono regolari, le file si smaltiscono velocementee non abbiamo avuto contestazioni”.

Pochi per il momento i minorenni, molti invece gli immigrati, contenti di poter votare e contruibuire alla scelta del candidato sindaco del centro sinistra.