Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Previsionale 2012 e Fondo Salva-comuni, corsa contro il tempo

Il commissario straordinario Luigi Croce

Il placet del commissario straordinario Luigi Croce grava sul Bilancio di Previsione 2012.

Il documento contabile, quasi ultimato dai dirigenti dell’Area Economico-finanziaria di Palazzo Zanca, deve infatti essere esitato dal commissario che però non si è ancora esposto in merito.

Quel che è certo, è che Croce ha richiesto 10 giorni di tempo al commissario ad acta Giuseppe Petralia, inviato dalla Regione per poter dirimere la faccenda.

Ma l’approvazione del Previsionale 2012, seppure atto fondamentale e vincolante, non è la principale preoccupazione dei dirigenti.

Quello che toglie loro il sonno la notte è la delibera di adesione al Fondo salva-comuni (il documento deve infatti passare prima dal Consiglio Comunale) e quindi la predisposizione del piano quinquennale di rientro “lacrime e sangue” che deve essere vagliato dalla Corte dei Conti tra due settimane. Dead line il 12 dicembre. Quello il giorno in cui Croce si incontrerà di nuovo a Palermo con la Corte dei Conti e a quel punto la città saprà cosa la aspetta nei prossimi anni.