Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Presentata la riqualificazione delle 7 scalinate di Messina

Illustrati stamane dal sindaco Renato Accorinti e dall’assessore alla Cultura Sergio Todesco i progetti di riqualificazione delle sette scalinate del centro storico e l’ampliamento della dotazione infrastrutturale multimediale del PalaCultura “Antonello da Messina”.

“L’arte aiuta l’uomo a crescere -ha dichiarato accorinti. Sogno una Messina diversa, con più verde e la creazione di nuove strutture che possano aggregare la nostra comunità. Le scuole saranno coinvolte in questo progetto delle scalinate per svolgere un’attività di controllo e monitoraggio”.

L’assessore Todesco ha poi aggiunto che “Messina è stata l’unica città ad avere fondi nell’ambito del POR-F.S.E.R. Sicilia 2007-2013 Asse III. Ed è motivo di soddisfazione che luoghi di attraversamento dei cittadini diventeranno invece fruibili dalla collettività per eventi ed occasioni di crescita culturale.

Il terzo aspetto è che il Palacultura svolgerà la propria funzione di laboratorio di cultura, dato che questo percorso multimediale si concluderà al Palacultura con postazioni complesse”.

Si punta quindi alla creazione di un circuito turistico-culturale per potenziare e ridefinire l’offerta turistica locale ai flussi croceristici. Il turista potrà così scoprire le diverse espressioni dell’arte e

dell’architettura contemporanea nei diversi luoghi del circuito, che sarà individuabile grazie ad una cartellonistica stradale verticale e ai totem informativi.

L’intero circuito sarà cablato con sistema a fibra ottica e wireless ed è prevista la proiezione di un video promozionale del circuito delle Scalinate sulle navi da crociera che attraccheranno nel porto di Messina per interessare e invogliare i croceristi a visitare il circuito e la città.

Il progetto prevede un itinerario che partendo dal porto storico, dove saranno allestiti dei punti informativi, si snoderà attraverso le piazzette tematiche di corso Vittorio Emanuele II, la Galleria di Arte Moderna e Contemporanea della Provincia regionale, le Scalinate Caglià – Ferro, Sant’Anna, San Gregorio, Rosa Donato e Monsignor Francesco Bruno e la Rampa della Colomba e la Rampa Operaia per poi concludersi al PalaCultura. All’interno del circuito saranno inseriti dopo un’apposita selezione albergatori, ristoratori, bar, negozi e cinema per garantire ai turisti servizi complementari certi e sicuri.

All’incontro hanno partecipato il progettista e ideatore del circuito Giovanni Lucentini (partner Team Project), Massimo Villari (project manager – sviluppo del sistema integrato multimediale), i progettisti del Comune Nino Principato e degli allestimenti Daniela De Domenico e il responsabile del procedimento Giancarlo Berenato.