Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Policlinico di Messina, bilancio tamponi coronavirus. Intelisano: “Ora ci prepariamo per i test sierologici”

MESSINA. Sarà smaltito entro oggi l’arretrato dei tamponi effettuati nell’ambito dell’emergenza Covid 19 al laboratorio diretto dal professore Giuseppe Mancuso del Policlinico “G. Martino”. Con la piena ripresa dell’attività anche negli altri laboratori della città e della provincia e con l’ampliamento del servizio, possibile grazie alla disponibilità di alcune strutture private, a partire dai prossimi giorni il laboratorio del Policlinico potrà così concentrarsi soprattutto sulle analisi di tamponi provenienti in particolare dallo stesso Policlinico e da altre strutture ospedaliere messinesi. Vista la riorganizzazione a livello territoriale, l’Azienda non effettuerà più analisi dei tamponi post-quarantena.
Dall’inizio dell’attività, il 13 marzo scorso – spiega Rosanna Intelisano, responsabile del controllo di gestione dell’Azienda ospedaliera universitaria – abbiamo effettuato 3.373 tamponi, di cui circa 400 positivi, 66 indeterminati e tutto il resto, fortunatamente, negativi. Il nostro laboratorio ha lavorato e continua a lavorare h24 e sette giorni su sette. Per implementare il servizio, inoltre, nei momenti in cui il carico di lavoro è stato maggiore ci siamo avvalsi di alcuni laboratori privati accreditati, che complessivamente hanno processato altri 1.200 tamponi. A pieno regime, con l’apporto delle strutture private, siamo riusciti ad analizzare quasi 500 casi al giorno.  Solo i nostri macchinari possono garantire mediamente 150 esami, ma in questi giorni siamo arrivati anche a quota 200. La Direzione aziendale ha altresì previsto un ulteriore potenziamento della strumentazione e pertanto, prevedibilmente entro fine mese, la capacità del nostro laboratorio arriverà ad almeno 350 tamponi giornalieri. Infine, il Policlinico sarà pronto anche all’effettuazione dei test sierologici una volta che arriverà il via libera da parte dell’Assessorato regionale alla Salute”.