Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare

Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare 

Paese: U.S.A.

Genere: Azione, Fantastico

Durata: 141 minuti

Regia: Rob Marshall 

Quarto capitolo della saga del celeberrimo Jack Sparrow, reclamato a gran voce dai fan, tra i quali figurano anche i figli di Johnny Depp, per stessa dichiarazione dell’attore, che avrebbe accettato di fare questo sequel proprio per accontentarli.

I fatti ripartono qualche tempo dopo gli eventi del terzo film: Jack si trova a Londra, dove viene a sapere che qualcuno, spacciandosi per lui, sta reclutando una ciurma per andare in cerca della fonte della giovinezza. Viene convocato “volontariamente” dal re, che lo vuole su una nave che conquisti la fonte per la corona di Inghilterra prima che i reali spagnoli possano prenderne possesso. Infatti ritiene che Jack sia già stato presso la fonte e che possa guidarli. Con gran sorpresa di Sparrow, il comandante della nave della reale marina su cui viaggerebbe è Hector Barbossa, il suo eterno rivale, il quale dice di non avere più interessi nella pirateria e che preferisce essere corsaro per la corona inglese.

Jack non crede alle sue parole e fugge. Poco dopo però si imbatte nell’individuo che lo impersona: è nientemeno che

Angelica, una sua vecchia fiamma e anche lei vuole il suo aiuto per giungere alla fonte della giovinezza. Gli propone di imbarcarsi sulla nave del pirata Barbanera, che sarebbe nientemeno che suo padre. Dopo i primi sospetti di Jack gli confessa che non è la figlia di Barbanera, ma che lo sta sfruttando e che vuole la fonte solo per loro due. Successivamente gli confida che lei è davvero la figlia di Barbanera e che per avere la vita eterna dalla fonte è necessario sacrificare una vita. Jack dovrà decidere a quale delle menzogne di Angelica credere, prima di fare le sue scelte…

Un’allegra baraonda nel più perfetto stile della serie. Forse non si sentiva il bisogno di un sequel, ma non è stato fatto per niente male. Il film spaventa e diverte e anche se la mancanza di protagonisti come Elizabeth e Will si sente tutta, i restanti Jack Sparrow, Barbossa, Gibbs, assieme ai nuovi personaggi, Angelica e Barbanera, reggono bene. Unico neo, la scelta del 3d, decisamente non necessario in un film del genere.

Come consiglio finale, suggerisco di rimanere in sala fino alla fine dei titoli di coda; come da tradizione della serie, il regista ha lasciato una piccola sorpresa…Consigliato ai fan della serie, ma non ai fanatici.

Paolo Failla

Sano di mente nonostante un'infanzia con classici Disney e cartoni animati giapponesi, il battesimo del fuoco arriva con i film di Bud Spencer e Terence Hill, le cui opere sono tutt'ora alla base della sua visione sull'ordine del cosmo. Durante l'adolescenza conosce le opere di Coppola, i due Scott, Scorsese, Cameron, Zemeckis, De Palma, Fellini, Monicelli, Avati, Steno e altri ancora. Su tutti Lucas e Spielberg . Si vocifera che sia in grado di parlare di qualsiasi argomento esprimendosi solo con citazioni varie. Ha conosciuto le vie della Forza con una maratona di Star Wars di oltre 13 ore.