Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Per la movida messinese la rivoluzione di Accorinti e Cacciola

Scoraggiare la sosta selvaggia nelle zone calde della città e collegamenti notturni dell’ATM. Sono le novità presentate questa mattina dal sindaco Renato Accorinti e dall’assessore alla Mobilità Urbana Gaetano Cacciola.

Il Piano della Mobilità estivo per Messina inizierà l’1 agosto e si concluderà il 30 settembre.

Per eliminare la sosta in doppia e tripla fila i Vigili Urbani uniranno le forze con gli ausiliari del traffico e con gli agenti della Polizia Provinciale.

Questi ultimi pattuglieranno la zona del lago di Ganzirri, gli ausiliari sorveglieranno il centro della città nelle Zone a Traffico Limitato e i Vigili controlleranno a tappeto la zona che va dal viale Boccetta al viale della Libertà e la litoranea, soprattutto dove insistono i lidi balneari.

Compatibilmente poi con le croniche carenze di organico, aspetto questo ampiamente sottolineato in conferenza stampa, una pattuglia della Polizia Municipale sorveglierà anche l’area compresa tra via Catania e Provinciale. Va da sé, che se i messinesi fossero più civili e rispettosi delle regole, i Vigili Urbani potrebbero essere impegnati altrove.

“E’ un problema di mentalità da cambiare -hanno dichiarato il sindaco Accorinti e l’assessore Cacciola. Vogliamo fare leva soprattutto su questo aspetto. Le cose potranno migliorare solo se ci sarà la collaborazione di tutti. Senza il rispetto delle regole da parte di cittadini non si può fare nulla”.

Per quanto riguarda invece la novità dei bus notturni, per due mesi sarà attiva la linea del 79 speciale, che con tre mezzi collegherà piazza Cavallotti con la rotonda di Granatari, passando lungo la via Garibaldi, per poi scendere in viale Giostra e proseguire in viale della Libertà fino al capolinea estivo.

La prima partenza alle 21 dal Cavallotti, l’ultima a Granatari alle 3.05 del mattino. E niente scuse per chi non vuole pagare la corsa, perché sull’autobus ci sarà il bigliettaio.