Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Per chiudere in bellezza, dove divertirsi fino al 6 gennaio

Anche se dopo Capodanno le feste ci sembrano già finite e con mestizia qualcuno comincia a smontare il presepe, in realtà il calendario ci autorizza a sentirci in vacanza fino al 6 gennaio, quando per tutti arriverà il momento riporre Babbo Natale e abete finto in cantina.

Fino ad allora, la città ci offre un ricco catalogo di eventi, musicali perlopiù, con i quali salutare l’anno nuovo. Fede Arte Musica, la rassegna organizzata dall’Arcidiocesi di Messina, si congeda dal suo pubblico con due appuntamenti: sabato 5 gennaio alle 19 saranno esposte in Cattedrale tre statue in argento del XVII secolo raffiguranti i Re Magi, con la presentazione della storica dell’arte Caterina Ciolino e con i commenti musicali di monsignor Salvatore De Domenico. Il 6 gennaio, alla stessa ora, è in programma il concerto “Stella nova ‘n fra la gente”, con i solisti e il coro diretti dal musicista messinese Giovanni Mirabile. Durante la serata, testi di autori del XIII e XIV secolo saranno accompagnati dalla musica elettronica di Ernesto Pizzi, docente del conservatorio Corelli di Messina.

Il 4 gennaio la Bottega Rapa Nui ospita, per la rassegna Living Room, il concerto della cantautrice londinese Sylvie Lewis, mentre riprende la stagione dei concerti dell’Ateneo messinese, che per festeggiare, anche se con qualche giorno di ritardo, il Capodanno offre il concerto della Russian Symphony Orchestra il 5 gennaio alle 21 nell’Auditorium Polifunzionale del Papardo. L’orchestra è diretta da un italiano, Silvano Frontalini, e a Messina porterà brani di Rossini (“La gazza ladra”), Bizet (il preludio della Carmen), Brahms,  Tciaokovskij, Offenbach e, naturalmente, Strauss, per restare in sintonia con il clima post-natalizio.

Gospel e brani natalizi della tradizione, con accenti jazz e blues allo Scala Maggiore Jazz Club, dove il 5 gennaio alle 22 è in programma

Glorius in Quartet, concerto delle Glorius Trio, giovane formazione composta dal contralto Agnese Carrubba, dal soprano Cecilia Foti e dal mezzosoprano Federica D’Andrea, accompagnate dal pianoforte e dalla voce di Mariachiara Millimaggi.

Il 6 gennaio, alle 18, il Palacultura Antonello ospita il concerto di pianoforte a quattro mani di Roberto Metro ed Elvira Foti: atmosfere viennesi, con valzer e polka della famiglia Strauss, a cura della Filarmonica Laudamo. Ancora musica, il giorno della Befana: Cheryl Porter, voce gospel tra le più coinvolgenti del panorama musicale internazionale, si esibirà nella Basilica di Sant’Antonio, per un evento benefico voluto dall’associazione culturale Antonello da Messina e dai padri rogazionisti dell’Istituto Cristo Re. La Porter ha collaborato con artisti come Paolo Conte, Amii Stewart, David Crosby, Luciano Pavarotti e Bono.

Il Teatro Pinelli occupato propone una serrata programmazione, anche nei primi giorni del 2013. Ieri il concerto del Frank Martino Jazz Trio, oggi un omaggio a Carmelo Bene (Le Mal du Fleurs), il 3 una tavola rotonda sui teatri italiani occupati in compagnia di Ninni Bruschetta, il 5 uno stage di danza contemporanea a cura della coreografa Roberta Ricci ed una performance del Centro Sperimentale Progetto Danza. Il 6 gennaio, infine, il drammaturgo e regista teatrale Tino Caspanello leggerà e reciterà suoi brani, prima del concerto, in serata, dei Big Mimma.

Mentre continuano ad essere visitabili i presepi viventi e quelli artistici, allestiti in città e in provincia, il 6 gennaio torna Artigianando e dintorni, la manifestazione dedicata all’artigianato locale a Cristo Re. E per finire queste feste in bellezza, se per caso non ne avessimo abbastanza di panettoni e dolciumi, fino al 6 gennaio Taormina presenta la 4° edizione di Cioccolart Sicily, all’ex chiesa del Carmine: una vera e propria mostra del cioccolato e dei suoi affascinanti usi artistici, con gli incontri con i maestri cioccolatieri provenienti da tutto il mondo, seminari e workshop, eventi per i più piccoli e, ça va sans dire, degustazioni di prelibatezze al cioccolato.