Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Patti, il tenente Lucia Audino al comando del NOR

Il tenente Lucia Audino

Cambio della guardia al Comando del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia dei carabinieri di Patti. Il tenente Lucia Audino è subentrata al luogotenente Giovanni Pascale.

Ventinove anni, il tenente Audino è nata a Mussomeli, in provincia di Caltanissetta. Ha vissuto a Siracusa fino al 2003, quando ha conseguito la maturità classica e a 20 ani si è arruolata nell’Arma dei Carabinieri.

Nel 2004 ha frequentato presso la Scuola Ufficiali dei Carabinieri in Roma il 6° Corso AUFP e nel 2009 il 50° Corso Applicativo.

Da dicembre 2004 a giugno 2013 il tenente Audino ha ricoperto l’incarico di Comandante di Plotone e svolto funzioni di insegnante presso la Scuola Allievi Carabinieri di Reggio Calabria.

Subentra al luogotenente Giovanni Pascale, in servizio presso la Compagnia Carabinieri di Patti dal 1990 e dal 2010 Comandante in sede vacante del Nucleo Operativo e Radiomobile.

Nei tre anni ricoperti al Comando del Nucleo Operativo e Radiomobile, il luogotenente Pascale ha messo in luce le proprie doti di comandante di uomini, ma soprattutto di carabiniere tra la gente, agendo in prima persona nel corso dei numerosissimi servizi finalizzati a garantire sempre maggiore sicurezza alla cittadinanza.

Oltre ad avere preso parte all’arresto di alcuni latitanti appartenenti alla famiglia mafiosa dei “Barcellonesi”, il luogotenente Pascale si è distinto in numerose ed importanti operazioni di servizio per il contrasto alla criminalità comune ed organizzata.

Il luogotenente Giovanni Pascale

Tra queste, le operazioni “Icaro” e “Romanza”, a seguito delle quali sono stati assicurati alla giustizia diversi soggetti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere di stampo mafioso, omicidi, estorsioni, danneggiamento ed altro.

E poi l’operazione “Wall Street” (arresto di 3 persone e la denuncia in stato di libertà di altre 9, ritenute responsabili a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata all’usura), l’operazione “Beautiful” (arresto di 3 persone ritenute responsabili a vario titolo di estorsione, danneggiamenti ed altro) e l’operazione “Luna” (arresto di 12 persone, ritenute responsabili a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti).

Poi l’operazione “Calimero” (arresto di 7 persone, ritenute responsabili a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata al traffico ed alla detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti).

Infine anche l’operazione “Ghiaccio”, conclusasi con l’arresto di 6 persone e la denuncia in stato di libertà di altre 26, ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al traffico ed alla detenzione e spaccio di stupefacenti.