Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Parchi eolici, 5 arresti tra Barcellona e Patti

Cinque persone arrestate dai Carabinieri per concorso esterno in associazione mafiosa, estorsione e concussione in relazione alla realizzazione di parchi eolici nell’area dei monti Peloritani e dei Nebrodi.

Stamane all’alba i carabinieri delle Compagnie di Barcellona e di Patti hanno dato esecuzione ad un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso dal G.I.P. del Tribunale di Messina su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti di cinque soggetti ritenuti responsabili a vario titolo di concorso esterno in associazione di tipo mafioso, truffa, estorsione aggravata dal metodo mafioso e concussione.

Tra gli arrestati anche il sindaco di Fondachelli Fantina Francesco Pettinato ed un funzionario comunale. Entrambi sono indagati per concorso in concussione.

Le indagini, avviate

nel 2009 e condotte dai militari dell’arma di Barcellona e di Patti, hanno permesso di individuare un sistema illecito di affidamento degli appalti e dei lavori per la realizzazione dei Parchi eolici denominati rispettivamente “Alcanta-Peloritani” e “Nebrodi”.

Dall’articolata e complessa attività investigativa è stato possibile rilevare la distrazione di risorse in favore di imprese vicine agli arrestati, il ritardo nel rilascio di alcune autorizzazioni per costringere la società appaltatrice ad affidare i lavori ad una determinata ditta e la mancata adozione di provvedimenti da parte dei tecnici della società appaltatrice di fronte all’irregolare esecuzione delle opere e nell’impiego di materiali diversi da quelli previsti ed assai più scadenti.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 10.45 presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Messina.