Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Palermo. Si fingono agenti della DIA e rapinano un commerciante

DIAAlle prime ore del giorno, un grossista del quartiere San Lorenzo a Palermo esce di casa per andare al mercato ortofrutticolo. Come ogni mattina sono quasi le sei e per strada non c’è nessuno.

All’improvviso, degli uomini con le pettorine della DIA lo costringono a salire in auto. Presto l’uomo capisce che non sono agenti della direzione investigativa antimafia ma semplici rapinatori. Lo derubano di 5 mila euro in contanti e delle chiavi di casa e lo scaricano per strada. I malviventi si dirigono a tutta velocità verso la casa del commerciante e tentano di entrare con le chiavi. Sembra la storia di professionisti da film americano che pianificano ogni dettaglio, ma cadono nel più banale degli errori: sbagliano porta.

E così, la banda di rapinatori  deve darsi alla fuga. Il trambusto ha allarmato il vicinato e le volanti sono immediatamente arrivate.

La Polizia sta visionando tutte le telecamere di sorveglianza della zona per ottenere qualche indizio per risalire all’identità dei raoinatori.

Armando Montalto

Tra la metà dei Novanta e i primi Duemila ha cambiato città, paese e occupazione con la rapidità di un colibrì. Insomma, questo quarantenne messinese, dopo aver fatto consegne a Canal Street, parlato in nome della UE, letto Saramago, tirato sassi sul Canal Saint Martin e bevuto fiumi di birra ha deciso. Tornare a casa, mettere su famiglia e la testa a posto. Oggi si divide tra libri, mare e famiglia. Intanto, prova a scrivere e a raccontare Messina.