Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Palermo. Orlando dichiara guerra totale ai posteggiatori abusivi

Parcheggiatore-abusivo-590-20120809__MG_1753 (2)Il Comune di Palermo si farà promotore di una iniziativa legislativa sul tema dei posteggiatori abusivi, in una città come Palermo questa affermazione del sindaco Leoluca Orlando sembra una dichiarazione di guerra all’illegalità diffusa.

A Palermo la linea dura ai posteggiatori abusivi è già iniziata. La Polizia Municipale nel 2014 ha fatto ben 570 controlli,  inflitto  372 sanzioni e ha denunciato 20 persone, nell’ambito della lotta all’abusivismo.

“Ho deciso di convocare un tavolo tecnico, composto da giuristi, esperti di normativa del Codice della strada e della sicurezza, Polizia Municipale, Forze dell’Ordine e associazioni dei consumatori, cui sarà chiesto di formulare, a titolo ovviamente del tutto gratuito, una proposta di legge che il Comune sottoporrà a tutti i gruppi parlamentari della Camera e del Senato, cui compete la modifica o l’adozione di provvedimenti legislativi necessari per il contrasto e la repressione del fenomeno dei posteggiatori abusivi” –  deciso il sindaco Orlando. Mentre continuiamo a chiedere ai cittadini di denunciare queste situazioni, sapendo che avranno sempre il Comune al proprio fianco anche con la costituzione di Parte civile, riteniamo utile richiamare l’attenzione del Legislatore. Per questo ci faremo direttamente promotori di un testo normativo, che speriamo venga sostenuto nelle sedi parlamentari da tutte le forze politiche”- chiude la nota del sindaco Orlando.

Armando Montalto

Tra la metà dei Novanta e i primi Duemila ha cambiato città, paese e occupazione con la rapidità di un colibrì. Insomma, questo quarantenne messinese, dopo aver fatto consegne a Canal Street, parlato in nome della UE, letto Saramago, tirato sassi sul Canal Saint Martin e bevuto fiumi di birra ha deciso. Tornare a casa, mettere su famiglia e la testa a posto. Oggi si divide tra libri, mare e famiglia. Intanto, prova a scrivere e a raccontare Messina.