Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Palermo. Incendio alla Biblioteca regionale

libri antichiDomenica mattina un incendio è divampato nella Biblioteca regionale di Palermo in via Giustino.

Sono intervenute sul luogo 4 squadre dei Vigili del Fuoco che hanno spento le fiamme in poche ore. L’incendio ha interessato l’ingresso e sembra sia stato causato da un corto circuito.

La Biblioteca ha un patrimonio di circa un milione di volumi, il più antico dei quali risale al X secolo, ma sembra che non siano stati distrutti libri, ma solo suppellettili, mobilio e gli schedari.

“La Biblioteca centrale della Regione siciliana – sul sito internet si racconta così –  che ha sede presso l’ex Collegio Massimo della Compagnia di Gesù, edificio monumentale fondato nel 1586, assolve tuttora alla funzione primaria per cui fu istituita nel XVI secolo: quella di Domus studiorum, la Casa degli studi.

Collocata sull’asse principale della città, essa si configurò ben presto come insula dedicata alla formazione, alle scienze e alle arti. Per oltre quattro secoli, e tra mille vicissitudini, questa vocazione é stata tenacemente perseguita e tramandata da generazioni di docenti, studiosi, bibliotecari, studenti, artisti.

Istituita come Biblioteca Regia nel 1782, sotto il governo borbonico, e divenuta Biblioteca Nazionale nel 1860 con l’Unità d’Italia, essa ha assunto nel 1977 la denominazione di Biblioteca centrale della Regione siciliana e dal 2003 è stata dedicata alla memoria di Alberto Bombace, il dirigente regionale cui si deve la creazione della struttura organizzativa per la tutela dei beni culturali siciliani”.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.