Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Palermo. Il monossido del braciere avrebbe ucciso Giacomo La Cova

Il monossido di carbonio sarebbe il killer del giovane 22enne trovato morto a Gratteri, provincia di Palermo, domenica mattina.

Giacomo La Cova, benzinaio di Termini Imerese, è stato trovato esanime in un monolocale, accanto a Maria Grazia Falliti, parrucchiera di 46 anni, in fin di vita. I due, che avevano una relazione, sono stati trovati senza nessun segno di violenza sul corpo.

Falliti è ricoverata presso la Seconda rianimazione all’Ospedale civico di Palermo, le sue condizioni sono migliorate. La donna appena uscita dal coma ha detto ai carabinieri di non ricordare quasi nulla della notte fatidica solo che avessero acceso un braciere.

I carabinieri della Compagnia di Cefalù avrebbero trovato effettivamente un braciere nella casa di Gratteri. Si aspettano ancora i risultati dell’autopsia sul corpo di Giacomo La Cova, per dare risposta a tutti i dubbi degli inquirenti sul caso.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.