Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Palermo. Convegno su Pace e diritti nel Mediterraneo

steinchen / Pixabay

Si svolgerà a Palermo, giovedì 12 e venerdì 13 novembre, il convegno Pace e diritti nel Mediterraneo – conflitti e resistenze nelle politiche europee, negli ordinamenti interni e nelle prassi operative.

La conferenza è promossa dall’associazione Prima le persone e dall’associazione ADIF – Associazione diritti e frontiere in collaborazione con la Clinica legale per i diritti umani (CLEDU)  dell’Università degli studi di Palermo e dalla Consulta delle Culture del Comune di Palermo

La due giorni sarà aperta alle 9, presso la sala Sturzo dell’Università, in piazza Bologni 8,  con il dibattito: Conflitti, mobilità umana e sistemi di sorveglianza. Il MUOS ed i movimenti di solidarietà e   resistenza. Le missioni militari Frontex ed EUNAVFOR MED in Mediterraneo. Moderati da Fulvio Vassallo Paleologo, della Clinica legale per i diritti umani (CLEDU) interverranno Alessandra Sciurba dell’Università di Palermo, Paolo Cuttitta della Libera Università di Amsterdam, Nicola Cipolla del CEPES, Paola Ottaviano avvocato del Movimento No MUOS, Judit Gleitz di Borderline Europe, Antonio Mazzeo Peace researcher, Daniela Padoan scrittrice, Alessandro Dal Lago dell’Università di Genova, Erasmo Palazzotto vicepresidente Commissione Affari esteri della Camera di SEL, Alessandra Ballerini avvocato di Terre des Hommes.

Pace e diritti nel MediterraneoGiovedì pomeriggio, invece, alle 15, presso l’Aula Magna del Dipartimento di Scienze giuridiche sociali e dello sport, in via Maqueda, si terrà il dibattito Ambiente ed economia nelle politiche europee sul Mediterraneo. I diritti fondamentali della persona migrante. Quali prospettive oltre la cultura dell’emergenza. Dopo il saluto di Aldo Schiavello dell’Università di Palermo i lavori, moderati da Antonella Leto di Primalepersone, proseguiranno con gli interventi del sindaco Leoluca Orlando, copresidente del programma città sicure di UN HABITAT, padre Alex Zanotelli, l’economista ambientale Guido Viale, il direttore scientifico Kyoto Club Gianni Silvestrini, il costituzionalista Enzo Di Salvatore dell’Università di Teramo, Marica Di Pierri portavoce dell’associazione A Sud, Simona Chiapparo di Ariete onlus tavolo di Cittadinanza Napoli e Alessandro Capuzzo IPRI Rete corpi civili di pace.

Venerdì 13 novembre, alle 9, presso l’Aula consiliare di Palazzo delle Aquile, si terrà il dibattito Frontiere e città del Mediterraneo: risorse ed accoglienza. Dopo i saluti del presidente della Consulta della Culture Adham Darawsha e del presidente del Consiglio Comunale di Palermo Salvatore Orlando, i lavori, coordinati da Guido Viale di Primalepersone, proseguiranno con gli interventi di

Barbara Spinelli parlamentare europea del GUE-NGL, Emilio Santoro dell’Università di Firenze, Bengasi Battisti della Rete comuni virtuosi, Paolo Amenta vice presidente ANCI Sicilia, Cinzia Greco  dell’associazione Diritti e Frontiere (ADIF), Nancy Porsia giornalista, Simon Parker dell’University of York a cui seguiranno gli  interventi di associazioni e di rappresentanti delle comunità migranti presenti in Sicilia.

Alle  15 e 30 il dibattito  Mobilità forzata dei migranti e politiche di esternalizzazione I rapporti tra l’Europa ed i paesi terzi (dagli Accordi di Cotonou al Processo di Khartoum). Modera i lavori Stefano Galieni di ADIF. Interverranno Elly Schlein parlamentare europea S&D, Ignazio Corrao parlamentare europeo  EFDD-M5S, Annamaria Rivera dell’Università di Bari, Umberto Santino del Centro studi Impastato di Palermo Marco Pirrone dell’Università di Palermo, Franca Imbergamo magistrato e Gianfranco Schiavone di ASGI.