Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Palermo. Arrestato il ladro di iPhone

Dopo accurate indagini e con un assist involontario dalla stampa la Polizia di Palermo ha notificato gli arresti domiciliari a un rapinatore specializzato nel furto i iPhone.

La Polizia di Stato, mercoledì 14 gennaio, ha notificato a Cosimo Verduci una Ordinanza emessa dal GIP del Tribunale di Palermo, Guglielmo Nicastro.

Grazie ad una proficua attività di indagine  condotta dalla Digos di Palermo e ad un inconsapevole assist da parte degli organi di stampa, Verduci  è stato ritenuto responsabile di una rapina commessa nel quartiere Kalsa,poco più di un anno fa.

I fatti risalgono al 20 Dicembre del 2013, quando un uomo si era presentato presso gli Uffici di Polizia per denunciare una rapina, avvenuta la sera precedente in via Lungarini, in zona piazza Marina, ad opera di due giovani che, con la scusa di chiedere l’ora,  lo  avevano aggredito spingendolo e colpendolo al volto. E gli avevano sottratto un iPhone4.

Le indagini dei poliziotti della Digos, avviate sulla base dell’esame delle immagini fornite dalle telecamere di sorveglianza, hanno ricevuto una inaspettata spinta propulsiva, una decina di giorni dopo l’aggressione.

La stessa vittima ha infatti riconosciuto nella foto di un rapinatore arrestato, specializzato in rapine aventi ad oggetto Iphone, foto divulgata e pubblicata su siti d’informazione on-line, l’effigie di uno dei due giovani che lo avevano rapinato.

I poliziotti della Digos, questa mattina, hanno pertanto eseguito l’Ordinanza degli arresti domiciliari a carico di Cosimo Verduci, in quanto riconosciuto responsabile, in concorso con altra persona rimasta ignota, del reato di rapina. Indagini sono in corso per risalire al complice.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.