Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Palermo. Aggredita la fondatrice del Centro Arcobaleno suor Anna Alonzo

Suor Anna AlonzoNella notte di sabato 31 ottobre suor Anna Alonzo, assistente sociale missionaria, è stata vilmente aggredita a Palermo davanti la propria abitazione. Alonzo, dirigente nazionale del  Movimento Internazionale della Riconciliazione (MIR), sezione italiana dell’IFOR, è stata già vittima di soprusi.

Il Centro Arcobaleno 3P, da lei creato nel quartiere palermitano Guadagna, è stato più volte oggetto di danneggiamenti che hanno anche visto lo sfregio della stessa icona del Beato Padre Pino Puglisi a cui il centro si ispira. Il Centro, con i suoi 200 minori, con le 80 donne che vi operano quotidianamente, costituisce un vivo presidio di nonviolenza e di legalità attive, proprio in un quartiere quotidianamente al centro di cronache e di inchieste della magistratura.

“Condanniamo la distruzione e i furti sistematici dei materiali destinati all’animazione con i bambini, alle attività delle donne del centro e degli alimenti destinati agli indigenti e agli immigrati che Anna, assiste di notte con un gruppo di volontari – si legge in una nota del MIR. Esprimiamo fiducia nell’opera delle forze dell’ordine e speriamo in un

rapido accertamento dei fatti, e in un adeguata protezione verso un’opera che costituisce una speranza di riscatto per una città ancora condizionata dalla presenza di cosa nostra, particolarmente nelle periferie e nei quartieri popolari”.

 Il movimento, inoltre, confida che il nuovo Vescovo di Palermo, don Corrado Lorefice, ponga tra i suoi primi interventi l’attenzione verso i quartieri degradati, verso la Guadagna stessa.

Il MIR chiede anche la dovuta attenzione, dal Sindaco di Palermo, che l’8 marzo ha premiato Anna Alonzo come donna dell’anno, al Questore, a tutte le istituzioni.

“Confidiamo nella vicinanza della cittadinanza, dell’associazionismo, della Società Civile, la cui presenza dal basso costituisce il primo baluardo nonviolento a difesa della Legalità, della Giustizia, del Diritto” – aggiungono dal Movimento Internazionale della Riconciliazione.

Esprimono vicinanza e solidarietà a suor Anna Alonzo il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e l’assessore alle Attività sociali Agnese Ciulla. E ricordano “il grande impegno sociale e culturale di suor Anna e dei volontari che con lei operano in una realtà difficile. Un impegno, evidentemente proprio perché lega la crescita sociale e culturale, sgradito a chi vuole mantenere la Guadagna e la città sotto il controllo di logiche e pratiche criminali”.